Tempo di lettura: 2 minuti

Redondesco (Mantova) – Il paese di Redondesco, sorto lungo l’importantissima via Postumia, si trova alla sinistra dell’Oglio inferiore, e ad ovest di Mantova, da cui dista circa 25 chilometri. Al centro dell’abitato si può visitare il castello, recentemente restaurato, che viene aperto ai visitatori dai volontari dell’Associazione La Pesa.

Castello di RedondescoDa piazza Risorgimento, nel cuore del paese, si possono ammirare le mura del castello, con l’ingresso turrito e i torrioncini d’angolo; da qui è possibile accedere attraverso l’arco passante della torre portaia e quello della torre maestra (mastio) nella suggestiva piazza Castello sulla quale si affacciano il municipio, il teatro comunale, l’ufficio postale e alcune abitazioni private.

Il castello è una fortificazione composita, eretta su un’area ove si ergeva un precedente fortilizio, in cui si sono stratificate, a partire da un nucleo originario tardo-medievale diverse strutture difensive, realizzate prevalentemente durante il dominio sforzesco (XIV secolo) – parte inferiore della torre d’ingresso – e quello gonzaghesco (XV- XVI secolo) con il rivellino (costruito nel 1468 su disegno di mastro Viviano) e il circuito delle mura.

tiff infomationIl castello fu di proprietà sino al 1240 dei conti di Redondesco e successivamente dei Gonzaga, fu parzialmente smantellato nel XVII secolo e oggi del castello sono rimaste intatte la torre quadrangolare d’ingresso e la torre con la cella campanaria.

Parte del castello è stata restaurata negli anni Sessanta, in particolare gli interventi hanno riguardato il parapetto merlato e i torrioncini angolari. Il restauro più recente è stato realizzato nel 2013, anche con il contributo di fondazione Cariplo, ed ha consentito la messa in sicurezza del fortilizio, la riparazione delle lesioni conseguenti al sisma del 2012 e la rifunzionalizzazione di alcuni ambienti.

L’associazione La Pesa, fondata nel 2004 da un gruppo di cittadini di Redondesco, si occupa della valorizzazione del castello e del territorio e dell’organizzazione di eventi di intrattenimento culturale ed enogastronomico. L’associazione apre le porte del castello ai visitatori due domeniche al mese (dalle 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30) ed organizza percorsi tematici per le scuole aggiungendo alla visita del castello il laboratorio di argilla. I bambini possono sperimentare l’arte della manipolazione dell’argilla, uno dei mezzi artistici più antichi, e realizzare oggetti che il calore del fuoco trasformerà in ceramica.

argillaIn ottobre nella splendida cornice del borgo di Piazza Castello si svolge “Redondesco Rinascimentale”: manifestazioni, curiosità culinarie, figuranti in abiti medievali e mercatino a tema. Guardando un duello o assaporando una bevanda, si può camminare tra le bancarelle del mercatino e poi degustare il tortello di Redondesco.

Ecco i giorni di apertura del castello di quest’anno:

  • 17 aprile
  • 1 e 15 maggio
  • 5 e 19 giugno
  • 3 e 17 luglio
  • 7 e 21 agosto
  • 4 e 18 settembre
  • 2 e 16 ottobre
  • 6 e 20 novembre
  • 4 e 18 dicembre
    Aperture straordinarie
  • 22, 23, 24, 29, 30, 31 luglio
  • 11 settembre

Ecco alcune foto degli interni del castello:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *