Tempo di lettura: 1 minuto

Cremona – Per il terzo appuntamento del ciclo “Finestre Aperte: America!“, giovedì 23 novembre alle ore 17.30, presso la sede dell’ADAFA (Amici dell’Arte – Famiglia Artistica), Elena Mosconi, docente di storia del cinema presso l’Università di Pavia, proporrà un riflessione sul cinema americano dopo l’11 settembre.

L’attentato alle Torri gemelle segna non solo un discrimine storico, ma una vera e propria linea di demarcazione dell’immaginaria collettivo. Nella prefigurazione, nel racconto, nell’elaborazione del trauma, l’America ha utilizzato molti linguaggi e strumenti, tra i quali i film hanno avuto un ruolo privilegiato.

Il cinema, mezzo “visivo” e “narrativo per eccellenza”, ha dato forma in tutti i modi possibili ai temi, alle forme, alle paure condivise dopo l’attentato dell’11 settembre 2001 da un grande Paese e, di conseguenza, diffuse in tutto il mondo.

Elena Mosconi è professoressa Associata presso l’Università degli Studi di Pavia (sede di Cremona), dove insegna Storia del cinema, Forme e generi del film e Teoria e analisi del film e dell’audiovisivo. È membro del comitato scientifico della collana “Cinema” (Mimesis) e «Frames» (Ente dello Spettacolo), e del comitato di redazione della rivista “Immagine”. Svolge ricerca prevalentemente in ambito storiografico e di storia culturale, interessandosi tra l’altro ai processi di istituzionalizzazione del cinema e ai suoi rapporti con le altre arti, in particolare con la musica. Ha lavorato a lungo sul cinema muto e sulle sue connessioni con la fotografia, il teatro, il melodramma e le forme di spettacolo popolare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *