Brescia – C’è stato un periodo, i primi anni duemila, in cui trascorrevo alcuni giorni di vacanza in quel di Locarno (Svizzera) per assistere al Festival del Cinema, uno dei più celebrati, dedicato soprattutto ad opere prime e seconde provenienti da tutto il mondo. Festival famoso anche per l’uso della sua grande piazza come sala di proiezione con uno degli schermi cinematografici più grandi d’Europa.

Tra le tante proiezioni a cui ho assistito ricordo con piacere la visione, penso nel 2004, del docu-film “Un ora sola ti vorrei” della regista milanese Alina Marazzi che ottenne in quella edizione la menzione speciale della giuria. Attraverso il montaggio di spezzoni di filmini-familiari, la Marazzi ricostruisce la storia della madre, Lisella Marazzi Hoepli, figlia del capostipite della nota casa editrice, una donna che dopo una lunga sofferenza psichica a 33 anni si tolse la vita, quando la Marazzi aveva solo sette anni. Un film struggente e delicato che lascia il segno.

E’ quindi con piacere che ho appreso la notizia che il Colleggio Universitatio Luigi Lucchini CCDC – Acccademia Cattolica di Brescia ha organizzato una rassegna d’autore dedicata ad Alina Marazzi, suddivisa in tre serate con la proiezione delle sue opere più importanti.

La rassegna è partita il 25 gennaio con la proiezione appunto de “Un’ora sola ti vorrei” preceduta dalla visione di “Per sempre”, opera realizzata nel 2005. In “Per sempre” la macchina da presa si focalizza sulla realtà di tre comunità monastiche femminili e in particolar modo sulla molla interiore che spinge le suore a intraprendere una scelta di tale portata.

Il secondo appuntamento è fissato per lunedì 22 febbraio quando verrà proiettato “Tutto parla di te”, del 2012, con Charlotte Rampling, Elena Radonich e Valerio Binasco. Il film che parla della depressione post partum, ha partecipato al Festival di Roma del 2012, dove Alina Marazzi ha vinto il premio Golden Camera come regista emergente.

Lunedì 7 marzo l’incontro con la regista chiuderà la rassegna.

Le serate si tengono all’Auditorium Collegio Luigi Lucchini di Via Valoti a partire dalle ore 20.45, e sono presentate dal critico cinematografico prof. Matteo Asti.
Ingresso libero.