Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Dieci appuntamenti da gennaio a maggio per riappropriarsi degli spazi più significativi della comunità e per nuove letture del presente, a gennaio tornano le attività che la Fondazione Brescia Musei dedica in modo particolare al pubblico adulto. Fra queste gli incontri pomeridiani per conoscere o approfondire la collezione e la storia della Pinacoteca Tosio Martinengo oppure, per gli amanti del cinema, per godersi le emozioni dei più bei film della stagione sul grande schermo, nella sala fiore all’occhiello della città, il cinema Nuovo Eden.

Dieci appuntamenti da gennaio a maggio, due al mese, il martedì alle 15, ideati e progettati dai gruppi di lavoro dei Servizi Educativi e del Nuovo Eden, per riappropriarsi degli spazi più significativi della comunità, luoghi aggregatori e identitari, custodi del nostro passato, centri di svago in cui riscoprire il gusto dell’incontro e del confronto, per nuove letture del presente.

Si inizia martedì 18 gennaio, quando aprirà il cartellone un percorso speciale per scoprire la figura di Paolo Tosio, collezionista fuori dal comune, che nel corso della sua vita ha raccolto straordinari capolavori. Un viaggio nelle sale della Pinacoteca Tosio Martinengo per raggiungere il centro da cui sono nate le Collezioni Civiche e per conoscere gusto e passioni che hanno guidato il collezionista nella sua mirabile impresa. Si prosegue la settimana successiva, il 25 gennaio, al cinema Nuovo Eden con Il matrimonio di Rosa, di Icíar Bollaín.

Febbraio sarà l’occasione per immergersi nelle sontuose atmosfere dell’arte tardo gotica esposta nelle sale della Pinacoteca Tosio Martinengo e per scoprire come l’oreficeria fosse l’arte guida del medioevo.

Non solo i profumi hanno il potere di evocare ricordi e sensazioni di momenti passati, anche i tessuti, con il loro calore, il loro peso, la loro consistenza portano con sé la magia di parlare alle emozioni. E’ proprio dalla loro analisi attraverso una conoscenza tattile degli stessi che l’incontro dell’8 marzo in Pinacoteca Tosio Martinengo porterà infine a una visita tra le sale per scoprire curiosità e stili della moda attraverso i secoli.

Nel mese in cui ricorre la Giornata internazionale dei diritti della donna, il Nuovo Eden, il 22 marzo, propone invece il film di Paolo Licata, Picciridda – con i piedi nella sabbia.

L’incontro di aprile, martedì 12, in Pinacoteca Tosio Martinengo sarà l’occasione per addentrarsi nei segreti di bottega e, evocando le antiche atmosfere di un atelier rinascimentale, sperimentare alcune tecniche pittoriche antiche, utilizzate dai grandi artisti del passato le cui opere sono esposte nelle sale del museo, per scoprire come la scelta di una determinata tecnica fosse funzionale al risultato che si voleva ottenere.

L’ultimo incontro che si terrà presso la Pinacoteca Tosio Martinengo,martedì 3 maggio, sarà un laboratorio sperimentale, in cui il pubblico sarà guidato in una vera e propria indagine al buio: l’esplorazione di diversi materiali, attraverso il tatto, l’olfatto e l’udito, condurrà alla comprensione del dipinto nella sua interezza per un viaggio speciale che stimolerà i sensi e permetterà di andare oltre la conoscenza visiva. Concluderà il programma del Cinema e Museo delle 15, l’appuntamento al Nuovo Eden, martedì 17 maggio, con il film di Viviana Calò, Querido Fidel.