Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Ritorna sullo schermo del torna al Cinema FILO in piazza Filodrammatici da mercoledì 13 gennaio l’appuntamento mensile con la rassegna Il cinema ritrovato organizzata dal Gruppo FAI Giovani della delegazione di Cremona. In collaborazione con la sala cinematografica e piccolo gioiello architettonico del cinema-teatro FILO. Anche in questo nuovo anno proporrà al pubblico le pellicole d’autore restaurate recentemente dalla Cineteca di Bologna.locandina

Ogni mese e ogni mercoledì sullo schermo capolavori di ogni tempo, restaurati con la tecnologia digitale degli ultimi anni, in versione originale. Classici che hanno fatto la storia del cinema.

Apre il primo appuntamento è stata scelta una pellicola dedicata al capolavoro pacifista di Charlie Chaplin Il grande dittatore, che verrà proposto in lingua originale con sottotitoli in italiano e sarà seguito da un breve documentario sulla realizzazione del film, girato negli anni dello scoppio del secondo conflitto mondiale e incentrato sullo scambio di persona tra un umile barbiere ebreo e uno spietato tiranno, e sul restauro della pellicola.

E’ la parodia di Adolf Hitler creata nel 1940 da Chaplin, monito contro ogni dittatura, con cui l’attore lanciò al mondo il suo messaggio di pace all’alba della Seconda Guerra Mondiale. Il messaggio potrà essere ascoltato dalla sua vera voce, il film è proiettato nella versione originale inglese con sottotitoli.

Come per le passate edizione del cinema ritrovato le proiezioni avranno inizio alle ore 16 e alle 21,  saranno precedute da una presentazione a cura di Elena Mosconi, docente di Storia del cinema presso l’Università degli studi di Pavia, sede di Cremona. Il costo del biglietto pomeridiano è pari a € 5 per tutti, mentre il costo del biglietto serale è pari a € 6 con la riduzione a € 5 per gli iscritti FAI e gli studenti.

I prossimi appuntamenti sono:

mercoledì 10 febbraio con il film Nosferatu, uno dei capisaldi del cinema horror, Nosferatu il vampiro è un film muto diretto da Friedrich Wilhelm Murnau e proiettato per la prima volta il 5 marzo 1922,

mercoledì 2 marzo con il film Rocco e i suoi fratelli, un film del 1960 diretto da Luchino Visconti e ispirato al romanzo Il ponte della Ghisolfa di Giovanni Testori,

mercoledì 6 aprile con il film Ascensore per il patibolo, un fil noir del 1957 diretto da Louis Malle.

mercoledì 4 maggio con il film che chiude la rassegna: Il gabinetto del dottor Caligari, Il gabinetto del dottor Caligari è un film muto del 1920 diretto da Robert Wiene. L’opera è considerata il simbolo del cinema espressionista tedesco

Nel corso delle serate i volontari FAI saranno a disposizione per far conoscere al pubblico le attività del Fondo Ambiente Italiano e le iniziative del Gruppo Giovani nel territorio provinciale. Inoltre gli spettatori potranno iscriversi o rinnovare la loro iscrizione al FAI a nuovi prezzi particolarmente interessanti.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *