Tempo di lettura: 1 minuto

Brescia. Quarant’anni fa il sequestro dell’onorevole Moro segnava profondamente l’Italia e la sua democrazia, la tragedia del sequestro Moro è una vicenda ancora aperta e inquietante. Mercoledì 9 maggio alle ore 20.30 nella Sala del teatro Grande il giornalista Ezio Mauro, storico direttore di Repubblica, propone un nuovo episodio di ‘cronaca a teatro’ dedicato a uno degli avvenimenti cruciali della storia della Prima Repubblica: l’omicidio di Aldo Moro.

L’evento è organizzato in occasione del “Giorno della Memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice”, in collaborazione con Casa della Memoria.

A quarant’anni da quel 9 maggio del 1978, quando il corpo del presidente della DC fu ritrovato morto in una Renault 4 a Roma, in via Caetani, Mauro ripercorre le vicende del rapimento dello statista, ripercorrendo in chiave narrativa i fatti, gli episodi, i particolari di una delle pagine più nere della storia italiana.

Il Condannato. Cronache di un sequestro di e con Ezio Mauro.
Progetto scenico Tommaso Arosio
Concept e ricerca iconografica Carmen Manti
Elaborazioni dal vivo Massimiliano Briarava
Identità grafica Massimo Pastore
Partner tecnico C3 Technologie

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *