Tempo di lettura: < 1 minuto

Parma – Il Mefisto Ensemble del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” diretto da Roberto Bonati celebra, nel centenario della sua nascita, Thelonious Sphere Monk, una delle figure più carismatiche della storia del jazz, filosofo e operaio che indossava sempre buffi cappelli, con un imperdibile concerto: “Monk’s Dream. Reflections on the music of Thelonious Sphere Monk

Venerdì 22 dicembre alle 20.30, nell’Auditorium del Carmine, si potranno ascoltare alcune delle composizioni più significative del pianista e compositore statunitense, conosciuto per il suo singolare stile d’improvvisazione e per il suo essenziale contributo al repertorio del jazz. Il concerto vedrà salire sul palcoscenico gli allievi della Scuola di Jazz del Conservatorio, che hanno arrangiato e riorchestrato brani come Locomotive, Bemsha Swing, Nutty, Well, You Needn’t, In Walked Bud, Evidence.

Il Mefisto Ensemble – formato da Manuel Caliumi, Gaetano Lettieri, Luca Spaggiari (Sax); Tomas Alghisi, Marco Indino (Tromba); Rocco Biazzi (Vibrafono), Mauro Padovani, Daniele Raciti, Yuri Reganato (Chitarra), Jacopo Moschetto (Pianoforte), Giancarlo Patris, Mattia Dallospedale (Contrabbasso), Giacomo Bigotti, Benedetta Rositano (Batteria), Sarah Pelosi (Violino); Diletta Longhi, Angela Malagisi (Voce) – sarà diretto da Roberto Bonati, compositore, contrabbassista, direttore d’orchestra, nonché docente di Composizione e Improvvisazione Jazz del Conservatorio “Boito”.

L’ingresso al concerto è libero e gratuito. Nell’occasione, grazie alla collaborazione con la Fondazione Telethon, chi lo desidera potrà donare a favore della ricerca per la lotta alle malattie genetiche rare.