Roma. Con orgoglio l’Istituto Alcide Cervi è oggi, lunedì 1 febbraio, alla biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” sala degli Atti Parlamentari a Roma in piazza della Minerva per la presentazione del volume Emilio Sereni “Diario (1946-1952)”.diario

Nel pomeriggio alle 16,45 sarà la senatrice Albertina Soliani, presidente dell’Istituto Alcide Cervi, a moderare la presentazione, con l’intervento del  Presidente Emerito della Repubblica Giorgio Napolitano.

Si legge nella prefazione del diario: Emilio Sereni (1907-1977) è stato forse l’ultimo intellettuale enciclopedico del Novecento italiano, autore della “Storia del paesaggio agrario italiano”. Fu militante antifascista, carcerato politico, resistente, ministro, senatore e deputato, dirigente del Pci negli anni della Resistenza e della Guerra fredda e personalità conosciuta nel movimento comunista internazionale.

Le pagine di diario sono del tutto originali nella pur ricca memorialistica del Novecento. Sereni racconta alcune delle vicende politiche di cui è protagonista, ma soprattutto riflette su se stesso.

Attraverso uno sforzo continuo di introspezione, con toni spesso ironici, egli indaga la propria personalità, il proprio rapporto con il partito e con i suoi leader (a cominciare da Togliatti), il proprio modo di lavorare, ma anche le sue complesse relazioni con le donne, in una sorta di esaltazione dell’«eterno femminino» di goethiana memoria.