Tempo di lettura: 2 minuti

Il FAI propone una vacanza per i più giovani, un’avventura nell’arte e nella cultura del Belpaese con i campi di volontariato estivi, un’occasione per i ragazzi di crearsi nuove amicizie e nuove opportunità per spendere al meglio la tregua scolastica delle vacanze. Il FAI “cerca sognatori” se hai dai 18 ai 25 anni scopri i campi di volontariato FAI Giovani alla Baia di Ieranto di Massa Lubrense, al Bosco di San Francesco ad Assisi, al Castello di Masino di Caravino, al Parco Villa Gregoriana di Tivoli e a Villa dei Vescovi di Luvigliano di Torreglia.baia-di-ieranto

Da quasi 40 anni il FSI si impegna con passione ogni giorno, per un unico, grande sogno: valorizzare e proteggere l’arte, la natura e il paesaggio italiano. Questo non sarebbe possibile senza l’amore, la passione, l’entusiasmo instancabile dei nostri insostituibili volontari. I neo volontari potranno conoscere più da vicino l’arte e la natura di alcuni luoghi splendidi del FAI, contribuire a proteggerli, vedere come l’associazione si prende cura dei beni culturali. C’è la possibilità di entrare nella reale attività per aiutare il FAI ad organizzare piccoli e grandi eventi, incontrare tante persone che condividono le stesse passioni, imparare, emozionarsi, ridere, divertirsi.

Il periodo ruota dal 20 luglio alla fine di agosto a seconda della località scelta, ai ragazzi verranno proposte diverse e coinvolgenti attività, tutte precedute da un’adeguata formazione: dai lavori di manutenzione delle aree verdi al presidio e alla cura delle aree pic-nic e dei sentieri, dall’attività informativa e di supporto allo staff alla promozione e gestione del Bene e dei numerosi eventi organizzati per l’estate. La partecipazione al campo è consigliata a persone con buona attitudine al lavoro all’aria aperta, anche con alte temperature, la propensione per il trekking e l’escursionismo, le attività marine, naturalistiche, agricole e manuali, la capacità di condividere spazi comuni, comunicare anche in lingua inglese e operare in un ambito culturale internazionale.

masino

Le località scelte sono beni a cui il FAI sta dedicando energie, ma sono anche luoghi di rara bellezza, tra natura, storia, architettura. I volontari del campo vivranno momenti indimenticabili, potranno, grazie a una formazione specifica, conoscere i segreti che il luogo custodisce, vedranno da vicino come il FAI gestisce un grande bene culturale e si impegneranno in molte attività indispensabili a proteggere e valorizzare un luogo magico o un bene artistico-architettonico irripetibile. Il loro impegno è già dal campo la garanzia per dare un futuro alle bellezze uniche dell’Italia.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *