Tempo di lettura: 2 minuti

Milano. Lunedì 14 novembre, a partire dalle ore 19.00, il Piccolo Teatro di via Rovello si popolerà di giovanissimi attori emozionati, pronti al loro debutto su un palco importante. Il Franco Agostino Teatro Festival infatti, come ogni anno, porterà in trasferta al Piccolo gli spettacoli vincitori della XVIII Rassegna Concorso, tenutasi a maggio 2016.

Quella del Piccolo è una serata particolare, un premio alla qualità dei lavori portati al Festival durante l’edizione precedente e un momento di grande fermento per i ragazzi che calcano per la prima volta la scena di un Teatro d’Europa storico e conosciutissimo. Gli spettacoli in programma per la serata sono sei, due dei migliori del giorno di Rassegna dedicato alle scuole medie inferiori (il gruppo dei ragazzi francesi non riuscirà a partecipare alla serata) e i quattro migliori del giorno dedicato alle scuole medie superiori.

Nel caso delle scuole medie si tratta di “Voci dal mondo” della Scuola Media Chiesa di Spino d’Adda (Cremona), primo classificato per i gruppi scolastici, e di “Ti regalo un segreto” del gruppo Teatrale dell’A.C. Cooperativa Culturale “La cantina delle arti” di Salerno, primo classificato per i gruppi extrascolastici. Per le scuole medie superiori saranno sul palco milanese invece “Mid Summer Toy’s Rap” del Gruppo Teatrale “The Lab” del Liceo Sociale “Bellini” di Novara e “Fiume di pianti” del Liceo Artistico Fabiani di Gorizia, vincitori ex aequo del premio per i gruppi scolastici, oltre a “La favola delle ombre” dell’Associazione Culturale “il Mosaiko” di Corbetta (MI), primo classificato per i gruppi extrascolastici, e a “Anno 2035”, portato in scena dai i ragazzi dell’Associazione Artistico-Culturale “La torre del Drago” di Bitritto (BA) e vincitore del premio della giuria popolare.

La presenza di ragazzi provenienti da parti diversissime dell’Italia, che quindi si approcciano al teatro in tanti modi diversi che rispecchiano la varietà delle loro esperienze, è un valore aggiunto della Rassegna Concorso del FATF e specialmente della serata al Piccolo Teatro. Tutto ciò non sarebbe naturalmente possibile senza la lungimiranza e la disponibilità del Piccolo Teatro, che offre al Festival la sua ospitalità e la sua amicizia ogni anno, facendo un lavoro di grande importanza nella diffusione della cultura teatrale. Grazie a tutto questo i ragazzi hanno qui l’occasione di esprimersi e incontrarsi, mettersi alla prova e confrontarsi, a creare una serata intensa e di spettacolo.