Cremona. Sul palcoscenico del teatro Ponchielli continua la stagione d’Opera 2017, venerdì apre il sipario sul Flauto magico di Wolfgang Amadeus Mozart, uno spettacolo favolistico ed onirico, ricco di colori e poesia a cura di Cécile Roussat e Julien Lubeck. Saprà incantare il pubblico accompagnandolo nel mondo incantato delle musiche di Mozart, andrà in scena al teatro Ponchielli venerdì 1 dicembre ore 20.30 e replica domenica 3 dicembre ore 15.30. La direzione è affidata a Federico Maria Sardelli che guiderà un cast di giovani cantanti.

Die Zauberflöte (Il flauto magico), Singspiel in due atti, è l’opera più enigmatica di Mozart, nata dalla collaborazione con Emanuel Schikaneder, autore del libretto, e rappresentata per la prima volta nel 1791 al Theater auf der Wieden di Vienna. Ricco di significati esoterici, propri dell’Illuminismo e della massoneria (alla quale entrambi gli artisti erano affiliati), questo capolavoro ha subito riscosso un grande successo di pubblico dovuto anche alle molteplici possibilità di lettura dell’opera: da fiaba per bambini a metafora del percorso di crescita dell’individuo.

Per questa nuova produzione il circuito OperaLombardia ha scelto un allestimento del 2010 dell’Opéra Royal de Wallonie con la regia del duo Cécile Roussat e Julien Lubek, artisti francesi formati nella scuola di dramma mimico del leggendario Marcel Marceau.

Si tratta della loro prima produzione lirica, ripresa anche nel 2015 e in Italia al Teatro di Sassari nel 2016. La formazione dei due registi nell’arte acrobatica, nel teatro delle marionette, nell’illusionismo e in generale nell’arte circense, emerge prepotentemente in questo spettacolo – accolto con grande favore dalla critica internazionale – che mira a ricreare quelle atmosfere del contesto creativo originario del celebre titolo mozartiano. Recitazione e gestualità sono imbevute di finezze espressive e trovate garbate e ironiche, risolte sempre con nuove e immaginifiche soluzioni.

Le scene sono state ideate da Elodie Monet insieme ai registi, i costumi da Sylvie Skinazi e le luci da Marc Gingold. Il cast vocale sarà prevalentemente composto da artisti del 68° concorso AsLiCo che ricopriranno i ruoli della Regina della Notte, Tamino, Pamina e Papageno. Sarastro sarà Abramo Rosalen e Papagena Giulia Bolcato. Sul podio dell’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, Federico Maria Sardelli, con il Coro OperaLombardia dirette dal maestro Diego Maccagnola e il Coro di voci bianche dell’Accademia Teatro alla Scala, istruito da Marco De Gasperi.