Brescia. Sabato 23 luglio dalle 17 a mezzanotte, una lunga serata musicale di mezza estate al Parco Gallo di Brescia in via Corfù 100, promossa dall’Associazione Brescia in Blues, la prima edizione del mini festival “Gallo in Blues“. Si esibiranno sei band bresciane e bergamasche, emergenti e più note, che porteranno pezzi propri e grandi classici reinterpretati. L’accesso al Parco è libero.brescia blus

L’Associazione culturale Brescia in Blues è una nuova realtà nata sull’onda dell’entusiasmo che ha travolto Brescia in occasione della Festa della Musica 2015. L’Associazione, che vede nella musica un momento fondamentale di condivisione e di scambio, aperto a chiunque voglia partecipare in maniera autentica, si pone lo scopo principale di ricercare, scoprire e proporre sul territorio bresciano ogni forma di manifestazione artistica da cui possa trasparire l’enorme e autentica portata del blues, una delle correnti musicali più significative e rivoluzionarie di tutti i tempi, che ha influenzato molteplici generi musicali e che ha contribuito, e che ancora oggi contribuisce, alla costruzione e alla diffusione di un pensiero libero.

Durante la serata un programma di musica, potremo ascoltare: 

Acid Brew – ore 17 La band si è formata nel 2010 in provincia di Bergamo, con l’obiettivo di fare musica propria. Durante gli anni passati a scrivere e a suonare tra locali e festival, il gruppo ha consolidato una sonorità rock-blues-funk con forti richiami al sound anni 60/70. A fine 2014 il gruppo si è preso una pausa dai concerti per iniziare a scrivere un vero e propriodisco, uscito a maggio 2016.13423777_798938836874359_959459729363362853_n

Meidokesol – ore 18 Il gruppo è nato nel 2005 e, da allora, ha portato un ‘no conventional blues’ nei migliori locali di Brescia e provincia. E’ formato da Linda Severino (voce), Diego Trapassi (basso), Paolo Meloni (batteria), Alberto Patrissi e Fabio Rinaldi (chitarre).

Blue Sunset – ore 19 I Blue Sunset sono Marianna Marchesi (voce), Gianbattista Signori (chitarra), Gianni Pluda (basso) e Gigi Guerrini (batteria). Il repertorio del gruppo bresciano spazia da cover di Mayer, Bonamassa e Schofield a pezzi storici del rhythm and blues, rivisitati. La band punta a proposta musicale coinvolgente e di qualità.

Stefano Macchia Electric Blues – ore 20 E’ il nuovo trio di Stefano Macchia ed è composto, oltre che da Stefano, chitarra e voce, da Gregorio Cordaro al basso e Paolo Castelli alla batteria. Stefano Macchia è uno dei bluesman italiani più genuini che si possano ascoltare: ha uno stile intenso e puro che si rifà alla tradizione di Chicago ed è da decenni una bandiera del blues bergamasco. Nel suo concerto offre al pubblico un repertorio che appaga gli appassionati di blues con piccole perle del genere e coinvolge i meno avvezzi con sonorità dense, a volte morbide, altre dure ed elettriche.brescia blus

True Grit – ore 21 Il trio, composto da Matteo Pizzoli (chitarra e voce), Matteo Morbio (basso) e Andrea D’Alesio (batteria), propone un repertorio immediato, alternando brani originali di Matteo Pizzoli a grandi classici del blues. La band ha pubblicato nel giugno 2014 il disco omonimo ‘Matteo Pizzoli’s True Grit’, lavoro in studio che contiene dieci composizioni originali dell’autore, realizzate con piglio deciso e arricchite da arrangiamenti e sonorità legate al blues, al rock e al country. 

Robi Zonca – ore 22 Robi Zonca ha all’attivo una lunga carriera da sideman come bassista con Andy J Forest, Treves Blues Band e Mia Martini. Dal 2000 si è messo in proprio pubblicando a oggi 6 album. Vari pezzi tratti dai suoi lavori sono regolarmente trasmessi da centinaia di stazioni radio specializzate negli USA, rendendolo il musicista indipendente italiano più radiotrasmesso negli Stati Uniti.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.