Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. È dedicato ai vent’anni di Casa Betel 2000 il libro “Il giardino della rinascita. Storie di vita. Storie di donne”. Sono vent’anni di storia attraversati da storie di donne in cui, nella trama e nell’ordito, si intrecciano ferite e benedizioni, desolazione e cura, dolore e rinascita. Sono storie vicine, ma che spesso non vediamo. Sono storie di vita, la nostra.

La presentazione del libro, a cura di Silvia De Marinis e Francesca Zani, in programma giovedì 26 novembre alle ore 18, trasmesso in diretta sul canale YouTube La Voce del Popolo e sulle pagine Facebook La Voce del Popolo e Caritas Diocesana di Brescia.

“In questo particolare momento storico, con l’emergenza sanitaria Covid-19 in atto, è con umiltà e rispetto che desidero ripercorrere, attraverso le storie raccontate in questa pubblicazione, la storia di Casa Betel e indirettamente quella dell’Associazione Casa Betel 2000 Onlus, che ne cura la gestione, insieme alla Mensa Menni, al Rifugio Caritas, all’Emergenza freddo femminile.” Racconta nell’introduzione di Simona Orlandi, Presidente Associazione Casa Betel 2000 Onlus.

Casa Betel è una comunità di vita, fondata nell’anno del grande Giubileo 2000, vuole essere uno spazio di tregua per restituire alla persona libertà e giustizia alla luce dei valori della solidarietà, dalla pace e della tutela dei diritti umani. Durante il periodo di permanenza le donne accompagnate dagli educatori possono ripensare alla propria vita e riprogettare il futuro.

L’obiettivo generale del servizio è quello di offrire alle donne, che per vari motivi si trovano in stato di grave disagio e indigenza, un luogo accogliente e sicuro dove possono trovare tempo e mezzi per riconquistare la libertà e la dignità. L’intervento degli operatori è finalizzato a sollecitare le potenzialità individuali in modo da attivare le risorse personali.

Possono accedere al servizio tutte le donne che desiderano intraprendere un percorso personale accompagnate dalla progettualità condivisa tra la comunità, l’ospite e i servizi competenti sul territorio. Vi operano una decina di volontari che collaborano con responsabilità sia negli aspetti pratici sia negli aspetti organizzativi. Il progetto è realizzato anche con il contributo dei Fondi 8xmille.

A sostegno delle attività della Comunità di Vita Casa Betel verrà destinato quanto raccolto nell’ambito della Giornata del Pane – edizione da.TE (29 novembre 2020).