Tempo di lettura: 2 minuti

Anche se in forma molto ridotta, l’Amministrazione Comunale di Pescarolo ed Uniti e l’A.N.C.R. non intendono rinunciare ad un momento di celebrazione di una ricorrenza così importante come la Giornata della Memoria, proponendo un appuntamento alle ore 18,30 di giovedì 27 gennaio presso il cimitero Napoleonico, nei pressi dell’incrocio con la SP 33, nel pieno rispetto delle norme AntiCovid: per chi vorrà partecipare sarà obbligatorio l’uso della mascherina FFP2 ed essere in possesso del Super Green Pass.

I promotori dell’iniziativa premettono che si tratterà di un breve momento, avente l’obiettivo prioritario di “non dimenticare” le vittime dei campi di sterminio, con la lettura di testimonianze di internati. Per chi, per motivi vari, sarà impossibilitato a partecipare, nel comunicato stampa relativo alla ricorrenza si precisa che sarà possibile seguire la diretta sulla pagina Facebook del Comune di Pescarolo ed Uniti.

Ricordiamo che sarà questa la Xª edizione della celebrazione di questa ricorrenza, promossa dall’A.N.C.R con la collaborazione del Comune di Pescarolo ed Uniti e dell’inclusione dell’evento nel calendario A.N.C.R. si ebbe una prima traccia nel 2011 con un semplice comunicato a cura della Sezione Combattenti e Reduci di Pescarolo ed Uniti, nel quale oltre a ricordare l’ingresso delle truppe sovietiche dell’armata rossa nel campo di Auschwitz il 27 Gennaio 1945 si evidenziava che quella data poi, entrava a far parte dell’art. 1 della legge 211 del 20 Luglio 2000.

Quell’iniziativa era il preludio di un rinnovamento dell’Associazione locale che il 31 marzo 2011 si concretizzava nella nomina del nuovo Consiglio presieduto dal Bersagliere Massimo Malaggi. L’iniziativa andava ad arricchire il programma della nuova A.N.C.R. aggiungendo al ricordo delle date tradizionali, del 2 giugno e del 4 novembre, le giornate del tricolore, della Memoria, e del Ricordo. Nel 2012 il Giorno della Memoria venne ufficializzato con un comunicato che riportava oltre al simbolo ANCR quello del Comitato per la Difesa e lo sviluppo della Democrazia annunciando un incontro presso la sala Camozzi (g. c. Cassa Padana) a cura della Professoressa Ilde Bottoli Coordinatrice del Comitato sul tema “da Dachau a Auschwitz”.

La prima fiaccolata si tenne il 27 gennaio 2013 e si svolse regolarmente dalla Piazza del Comune al cimitero Napoleonico. Nel 2018 il percorso venne arricchito da un altro momento importante e cioè la posa di una targa a ricordo del concittadino Rosolino Masseroni, nella via a lui intitolata e che fu vittima del KZ di Gusen. L’ultima fiaccolata, pre-pandemia, si svolse regolarmente il 25 gennaio 2020. Nel 2021 la celebrazione si svolse in piazza Garibaldi davanti al Comune. Quest’anno è l’auspicio di tutti che si possa vivere un primo timido tentativo di ritorno alla normalità.