Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Sono ormai alle porte impegnativi appuntamenti per la Pro Loco di Pescarolo ed Uniti, con un calendario che prevede nel breve giro di quindici giorni, tre importanti iniziative, e precisamente: domenica 28 maggio, “Il giro delle cascine“, domenica 4 Giugno, il “Pro loco Day“, e nella stessa settimana, nei giorni 9-10-11, “Pescarolo in festa“.

Ufficializzato il programma della prima iniziativa, la seconda edizione della corsa podistica “Il giro delle cascine“. Dopo il successo di partecipazione del 2016, confermato lo stesso programma. Per quanto riguarda le iscrizioni si possono fare fino al 27 presso il negozio “sport specialist”, oppure dalle 7.30 di domenica 28 in piazza Garibaldi a Pescarolo.

Nella quota di iscrizione si può scegliere come pacco gara, un vasetto di miele o uno zainetto, inoltre c’è la possibilità di richiuedere un buono sconto per i concorrenti interessati a partecipare alla grigliata, che si terrà al campo sportivo.

Per quanto riguarda la corsa, non competitiva e con premi a sorpresa, la partenza libera è prevista dalle 8.30 alle 9.30. Gli adulti possono scegliere tra tre percorsi alternativi, rispettivamente di 6,10 e 17 chilometri, mentre due sono i percorsi previsti, di 500 e 1.000 metri per i bambini, fino a 12 anni, e che si disputeranno dalle ore 11.00 presso il campo sportivo.

Il percorso più impegnativo per i “competitivi” si incrocia per alcuni tratti con i percorsi famiglie e medio, rispettivamente di 6 e 10 chilometri. Cerchiamo di dare una prima indicazione ai concorrenti percorrendolo assieme.

Partenza da piazza Garibaldi percorrendo le vie Rossi e Matteotti si arriva nella zona chiamata Borgo di fuori, perché era fuori dalla porta del paese, si prende la vecchia strada comunale, passata l’edicola votiva si attraversa la SP 33 e si arriva alla cascina Gambina, passata la quale si gira subito a sinistra, si costeggiano i vecchi e rarissimi silos in pietre a vista e poi si gira a destra per l’Oratorio della Madonna della Senigola dove si trova il primo punto ristoro, si gira ancora a destra e si ritorna verso il paese.

Dopo i primi capannoni a sinistra si prende la strada vicinale dei “bosc”, un tempo una zona di boschi dove si rifugiarono anche gli scampati dall’assalto al castello; a sinistra quella che era la villa di campagna per il primo farmacista del paese; si passa poi davanti all’edicola votiva della “Madonna de latte” e si arriva così alla S.P.33, percorrendo la quale i partecipanti al percorso famiglie rientrano al campo sportivo, mentre i “competitivi” e i partecipanti al percorso medio, proseguono immergendosi nuovamente nella campagna.

La prima località è quella denominata “Cortivi”, dove venne trovata, a detta degli esperti, una tomba longobarda, i resti della quale sono oggi esposti al Museo del Lino. Si arriva così sulla comunale Pescarolo-Pieve dove, per i partecipanti al percorso medio, girando a destra, incontreranno prima un punto ristoro e percorrendo poi un tratto della SP 33 è previsto il rientro a Pescarolo.

I competitivi invece girano a sinistra, verso Pieve Terzagni, costeggiando l’abitato di Castelnuovo del Vescovo, superato il punto ristoro a Pieve Terzagni, in piazza Martiri , proseguono passando davanti al cimitero, poi una prima casa e una seconda denominata “cascina Santini o Gadolina”, per il corso d’acqua irrigua che le passa accanto.

A questo punto i podisti abbandonano la comunale e, prendendo a destra la strada che costeggia il canale Nuova Bolla e attraversato il sentiero botanico, arrivano a costeggiare la cascina Motte. Attraversata la SP33 si trovano al 4° punto ristoro nei pressi del canale Ciria.

Seguendo poi il canale stesso, costeggiano sulla sinistra la cascina Canova, attraversano la SP3 costeggiando sempre il canale e, percorrendo poi un tratto della comunale Vescovato- Grontardo, arrivano ad attraversare la cascina Croce per tornare sulla SP3 nei pressi di quella che un tempo era chiamata “casa cantoniera”.

Un breve tratto sulla SP3 e i concorrenti rientrano nell’abitato di Pescarolo da via della Macina e, percorrendo via Mazzini, arrivano al campo sportivo, dove li aspetta “la grigliata”.

Per gli addetti ai lavori, giornata piena, mentre il pensiero corre già all’organizzazione del Pro Loco Day, che speriamo sia un successo, considerando che ad oggi sono già pervenute 15 adesioni di Pro Loco, anche dalle province limitrofe.

CONDIVIDI
Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *