Tempo di lettura: 2 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Il Passaggio del giro d’Italia non è cosa di tutti i giorni, si tratta assolutamente di un momento particolare che quando capita, merita di essere vissuto.

Due gli incroci che hanno coinvolto il Comune di Pescarolo ed Uniti e tra i volontari addetti alla sorveglianza degli accessi alla ex SS10 dalle comunali che arrivano Castelnuovo del Vescovo e da Pieve Terzagni anche il Sindaco Graziano Cominetti.

L’afflusso maggiore di gente ad assistere al passaggio dei corridori si è concentrato all’incrocio della strada proveniente dall’abitato di Pieve Terzagni, dalla parta opposta la strada proveniente da Cappella De Picenardi dove erano in servizio due agenti della polizia locale. In merito riteniamo che un grazie vada a loro per la fattiva collaborazione al controllo dei due incroci.

In questo punto molto importante è stata la presenza dei volontari di Pescarolo che hanno voluto dare un saluto al giro con uno striscione e alcuni mascheroni a ricordare a tutti l’importante ricorrenza che si celebra a Pescarolo. A completamento di questo i volontari pescarolesi, considerato che il tutto si sarebbe prolungato per alcune ore, e mentre l’organizzazione prevedeva in quel tratto di strada un punto di ristoro per i corridori, si preoccupavano della gente che sarebbe arrivata sul posto, allestendo un punto di ristoro con buon vino, uova cotte come aperitivo e porchetta e salsiccia alla griglia.

Un momento che ha confermato la voglia di uscire, di stare in compagnia e non poteva quindi mancare la musica con la fisarmonica e i canti classici dello stare assieme davanti a un buon bicchiere di vino.

Il passaggio della 18ª tappa del 104° giro d’Italia è stato un momento vissuto nel migliore dei modi e che resterà a lungo nei ricordi della gente. La partecipazione non è mancata, a conferma della voglia di uscire dalla pandemia ma … prudenza.

I complimenti vanno certamente agli organizzatori del giro, una cosa non semplice considerata la numerosa partecipazione di corridori, delle macchine al loro seguito, dei mezzi di soccorso e della polizia stradale, in 10 minuti tutto è filato liscio, tra gli applausi delle tantissime persone accorse a vedere.