Ferrara. Il capolavoro di Mikhail Bulgakov, “Il Maestro e Margherita”, sarà eccezionalmente interpretato al teatro Ferrara Off da Maria Paiato. La lettura del celebre romanzo russo si svolgerà in quattro appuntamenti, organizzati a partire da sabato 10 giugno, per 4 sabati consecutivi sino al 1 luglio, nello spazio performativo di viale Alfonso I d’Este 13.

La prima puntata, intitolata “Non parlare mai con gli sconosciuti”, si terrà sabato 10 giugno alle 21. Alla stessa ora, i sabati successivi, andranno in scena le altre tre puntate: il 17 giugno sarà dedicato al tema “Magia nera e apparizione dell’eroe”, il 24 giugno l’argomento centrale sarà “Margherita e il gran ballo di Satana”, il 1° luglio si concluderà con “Il destino è stabilito”.

Un’occasione unica per scoprire o riscoprire uno dei classici più noti e apprezzati del Novecento attraverso il prezioso talento dell’attrice che già lo scorso anno ha saputo stregare la città estense, presentando l’insolita lettura a puntate de “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, e prestando la propria voce a Giorgio Bassani, evocato grazie a uno dei suoi libri più significativi, “Gli occhiali d’oro”. La volontà di portare sul palcoscenico “Il Maestro e Margherita” si inserisce nello stesso percorso, finalizzato ad avvicinare un pubblico trasversale e intergenerazionale ai capolavori della letteratura italiana e internazionale.

“Il Maestro e Margherita”, censurato in Unione Sovietica e pubblicato integralmente solo dopo la morte dell’autore, è un romanzo imprescindibile per capire il XX secolo. Pubblicato nel 1966, racconta cosa significa vivere dominati da un regime, illustrando con satira schiacciante il difficile rapporto tra arte e potere. Attraverso l’intreccio di due trame distinte, la prima ambientata nella Mosca degli anni Trenta, la seconda nella Gerusalemme al tempo di Gesù e del procuratore romano Ponzio Pilato, mescola fantasia e realismo, toni drammatici e grotteschi. “Un miracolo che ognuno deve salutare con commozione”, così Eugenio Montale ha definito quest’opera.

I testi che comporranno le puntate, selezionati da Margherita Mauro e Giulio Costa, sono stati scelti affinché possano costituire dei nuclei tematici fruibili singolarmente, anche se Ferrara Off, ideatore e responsabile dello spettacolo, consiglia a tutti gli interessati di non perdere l’intero ciclo. Per incontrare le esigenze di chi non riuscisse a partecipare ai quattro incontri, ogni appuntamento verrà registrato e pubblicato nei giorni successivi online, sul sito del teatro: www.ferraraoff.it/il-maestro-e-margherita.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.