Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara. Il capolavoro di Mikhail Bulgakov, “Il Maestro e Margherita”, sarà eccezionalmente interpretato al teatro Ferrara Off da Maria Paiato. La lettura del celebre romanzo russo si svolgerà in quattro appuntamenti, organizzati a partire da sabato 10 giugno, per 4 sabati consecutivi sino al 1 luglio, nello spazio performativo di viale Alfonso I d’Este 13.

La prima puntata, intitolata “Non parlare mai con gli sconosciuti”, si terrà sabato 10 giugno alle 21. Alla stessa ora, i sabati successivi, andranno in scena le altre tre puntate: il 17 giugno sarà dedicato al tema “Magia nera e apparizione dell’eroe”, il 24 giugno l’argomento centrale sarà “Margherita e il gran ballo di Satana”, il 1° luglio si concluderà con “Il destino è stabilito”.

Un’occasione unica per scoprire o riscoprire uno dei classici più noti e apprezzati del Novecento attraverso il prezioso talento dell’attrice che già lo scorso anno ha saputo stregare la città estense, presentando l’insolita lettura a puntate de “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, e prestando la propria voce a Giorgio Bassani, evocato grazie a uno dei suoi libri più significativi, “Gli occhiali d’oro”. La volontà di portare sul palcoscenico “Il Maestro e Margherita” si inserisce nello stesso percorso, finalizzato ad avvicinare un pubblico trasversale e intergenerazionale ai capolavori della letteratura italiana e internazionale.

“Il Maestro e Margherita”, censurato in Unione Sovietica e pubblicato integralmente solo dopo la morte dell’autore, è un romanzo imprescindibile per capire il XX secolo. Pubblicato nel 1966, racconta cosa significa vivere dominati da un regime, illustrando con satira schiacciante il difficile rapporto tra arte e potere. Attraverso l’intreccio di due trame distinte, la prima ambientata nella Mosca degli anni Trenta, la seconda nella Gerusalemme al tempo di Gesù e del procuratore romano Ponzio Pilato, mescola fantasia e realismo, toni drammatici e grotteschi. “Un miracolo che ognuno deve salutare con commozione”, così Eugenio Montale ha definito quest’opera.

I testi che comporranno le puntate, selezionati da Margherita Mauro e Giulio Costa, sono stati scelti affinché possano costituire dei nuclei tematici fruibili singolarmente, anche se Ferrara Off, ideatore e responsabile dello spettacolo, consiglia a tutti gli interessati di non perdere l’intero ciclo. Per incontrare le esigenze di chi non riuscisse a partecipare ai quattro incontri, ogni appuntamento verrà registrato e pubblicato nei giorni successivi online, sul sito del teatro: www.ferraraoff.it/il-maestro-e-margherita.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *