Padernello (Brescia) – Al Castello di Padernello tornano i laboratori didattici del sabato, rivolti soprattutto alle scuole primarie e secondarie. La visita guidata al Castello di Padernello (1 h 30 min. circa) rivolta alle scuole, che si snoda tra le affascinanti stanze create in epoche diverse, viene variata coerentemente in base all’età dei bambini e può essere personalizzata per rispondere alle differenti esigenze del corpo docente; essa, inoltre, può essere organizzata insieme agli insegnanti in modo da renderla un ampliamento o una continuazione del programma scolastico.

Alla visita al Castello, con la sua storia e i suoi segreti, si aggiungono i laboratori didattici e i percorsi tematici variamente modulati in base all’età, volti ad approfondire non solo i saperi dell’uomo medievale, ma anche le abitudini di persone vissute in periodi più recenti (Ottocento e Novecento).

Per sabato 5 maggio, alle ore 15.00, è organizzato il laboratorio didattico dal titolo “Il mio alfabeto naturale“. Nato su ispirazione dei “Codici Acquatici” realizzati nel 1981, lungo il fiume Adda, dall’artista di “arte in natura” Giuliano Mauri, questo laboratorio didattico intende spronare bambini e bambine a creare nuovi segni: piccoli legnetti, uniti fra loro con dei sottili fili di stagno, diventeranno grafemi o ideogrammi del loro personalissimo alfabeto naturale.

Il laboratorio durerà un paio d’ore, dalle ore 15.00 alle 17.00. Si prega di arrivare 15 minuti prima dell’inizio dell’attività per effettuare il pagamento. L’età dei partecipanti va dai 7 ai 13 anni, per un numero massimo di 15 alunni. Il costo è di 5 euro per ogni bambino.

Sono aperte le iscrizioni.

Mentre i bambini saranno impegnati nell’attività didattica condotta da un’operatrice culturale museale, gli accompagnatori potranno visitare il Castello e la mostra dedicata all’artista e scultore bresciano Domenico Lusetti a prezzi agevolati; sarà inoltre attivo il servizio di caffetteria.
La prenotazione alla visita guidata è obbligatoria, entro 24 prima della data dell’incontro.