Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Non un semplice concerto ma un grande spettacolo che omaggia il periodo d’oro della storica accoppiata Mogol –Battisti, quello del Canto Libero”, in programma sabato 16 dicembre, alle ore 21, presso il Teatro Santa Giulia del Villaggio Prealpino a Brescia.

Una iniziativa che, oltre al valore artistico, è un gesto di solidarietà alla lotta e alla prevenzione delle patologie tumorali. Il concerto viene proposto per sostenere e far conoscere le attività delle sezioni LILT, Lega Italiana Lotta a i Tumori. La sezione di Brescia sarà presente con i propri volontari. Un’occasione da non perdere: una serata di ottima musica e solidarietà.

Sul palco, un ensamble di musicisti affiatati e già rodati nel corso di lunghe carriere, che portano avanti questo nuovo progetto con grande determinazione. La band propone uno spettacolo che omaggia sì Battisti e Mogol, ma che va ben oltre alla semplice esecuzione di cover dei brani dei classici del repertorio dei due: Canto Libero, infatti, rilegge gli originali mantenendo una certa aderenza ma cercando di non risultare mera copia, mettendoci la propria personalità e sensibilità musicale facendo emergere anche tutta l’anima blues e rock che questo artista aveva molto forte dentro di sé.

La LILT di Brescia, nata nel 1935, fu negli anni ’50 Ente promotore del Consorzio Provinciale bresciano per la lotta contro i tumori al quale aderirono il “Centro provinciale diagnostico e curativo dei tumori dell’Ospedale Civile di Brescia”, diversi Comuni, Enti e Ospedali della provincia.

La LILT, unitamente allo Stato e al “Consorzio” ha finanziato le attività di diagnostica e terapia del “Centro Provinciale Diagnostico” al quale afferivano i Servizi di diagnostica biologica e anatomia patologica dell’Istituto di Anatomia e Biologia Patologica “C. Golgi” e dell’Istituto del Radio “O. Alberti” dell’Ospedale Civile di Brescia. Nel 1965 la LILT ha finanziato il “Consorzio” con un’ erogazione di 55 milioni per le attività di citologia vaginale ( “Pap-test” ) e parte delle attrezzature dell’Istituto del Radio “O. Alberti” presso gli Spedali Civili di Brescia.

Il Consorzio in seguito è stato “abolito” in quanto le successive riforme della Sanità lo hanno fatto considerare “Ente Inutile”. Dal 12 gennaio 1999 la Sezione di Brescia della LILT ha assunto la personalità giuridica di ONLUS – Organizzazione non lucrativa di utilità sociale – in base al D. Lgs. N° 460 del 4 dicembre 1997.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *