Cremona. Da novembre la Cooperativa Il Cerchio promuove una serie di incontri formativi curati e condotti dalla pedagogista Mariella Zeliani, dal titolo Il Mondo dei Bambini, prospettive e percorsi sulla pedagogia. I corsi continueranno sino alla prossima primavera, si terranno il sabato mattina dalle 9:30 alle 12:30 presso Il Cerchio, in via Brescia 59 a Cremona, e saranno attivati al raggiungimento di un minino di 10 partecipanti. I corsi toccano diversi temi legati alla pedagogia e all’educazione e sono rivolti ad operatori dei servizi, insegnanti, ma anche ai genitori e cittadini interessati ad affinare le proprie competenze sulla relazione con i bambini.bambini

Da Maria Montessori all’emotività dei bambini, dall’educazione alla creatività alla matematica applicata all’infanzia, dai giochi con le ombre alle tecniche di narrazione: un percorso variegato ed appassionato su vari aspetti della relazione educativa.

I corsi iniziano con la pedagogia scientifica di Maria Montessori, sabato 7 e 14 novembre dalle ore 9:30 alle ore 12:30. Maria Montessori è conosciuta come educatrice originale e innovativa. A lei dobbiamo una nuova comprensione de bambino, “libero” e ricco di molteplici potenzialità. Non ci rimane che conoscere le diverse sfaccettature del suo metodo e capirne le possibili applicazioni pedagogiche.

Paure e angosce dei bambini, come conoscerle e affrontarle. Sabato 5 e 19 dicembre dalle ore 9:30 alle ore 12:30. La paura è un’esperienza naturale dell’uomo. Costituisce una preparazione psicologica ed intellettuale necessaria ad affrontare una situazione pericolosa: esorta alla prudenza, aiuta a valutare un rischio. Diventa un problema quando la paura assume dimensioni che impediscono una vita normale, quando diviene un ostacolo alla maturazione del bambino e mette a rischio lo svolgimento dei compiti quotidiani allora ha perso il suo valore protettivo.scuola

Il disegno nei bambini, tracce grafiche. Sabato 16 e 23 gennaio 2016 dalle ore 9:30 alle ore 12:30. Dei “Cento linguaggi” dei bambini il disegno rappresenta una modalità di comunicazione importante quando la parola non basta ad esprimere quello che i bambini sentono. Le tracce grafiche che i bambini lasciano sul foglio sono uno strumento importante per entrare in relazione con loro ed ottenere informazioni sul percorso evolutivo che stanno facendo.

Le emozioni bambine, la competenza emotiva dei bambini. Sabato 6 febbraio 2016 dalle ore 9:30 alle ore 12:30. Negli ultimi trent’anni, grazie a numerose ricerche in ambito psicologico e pedagogico, lo sviluppo emotivo del bambino ha raggiunto la stessa importanza di quello cognitivo. Cosa significa essere emotivamente competenti? Come si concretizzano, nel corso dello sviluppo e in rapporto a particolari circostanze, le diverse abilità che compongono l’insieme della competenza emotiva?leggere

Educare il bambino alla creatività. Sabato 20 febbraio 2016 dalle ore 9:30 alle ore 12:30. La creatività è un tema che negli ultimi decenni ha riscosso un interesse crescente, soprattutto nelle scienze umane e sociali, generando filoni di ricerca, progettazione e sperimentazione diversi ed eterogenei. Le ricerche hanno provato che nella scuola dell’infanzia e primaria è possibile un’educazione alla creatività. I risultati acquisiti attestano infatti che un’adeguata formazione degli insegnanti e una specifica stimolazione didattica possono incentivare nei bambini dinamiche mentali che favoriscono l’emergere di flussi di pensiero ricchi, diversificati e originali.

Mamma… sto dando i numeri. Sabato 27 febbraio e sabato 5 marzo 2016 dalle ore 9:30 alle ore 12:30. Una didattica della matematica innovativa nella primissima infanzia è possibile? Quanto c’è di innato nella capacità dell’uomo di leggere e organizzare il mondo esterno in termini matematici? Esiste un intelligenza numerica preverbale? Cerchiamo insieme di capire come tradurre queste recenti ipotesi pedagogiche in significativi percorsi di apprendimento al Nido e alla scuola dell’infanzia.gioco

Giocare con le ombre. Sabato 19 marzo 2016 dalle ore 9:30 alle ore 12:30. Le ombre rimandano a una serie di richiami metaforici (notte, inconscio, sogno) che inducono a guardare il mondo con occhi diversi, con uno sguardo più penetrante, a cogliere la realtà nascosta dietro la quotidianità. Il gioco delle ombre in un contesto educativo offre l’occasione di sperimentare tanti piccoli passaggi di estraniazione e ritorno promuovendo lo sviluppo del gusto estetico del  ritmo e dell’armonia.bambini 1

Dal libro… alla voce, il fascino delle parole narrate al nido e alla scuola dell’infanzia. Sabato 9 aprile 2016 dalle ore 9:30 alle ore 12:30. Interrogarsi attorno a quale sia lo stato dell’arte della parola narrata e della narrazione orale nell’interazione tra i bambini e adulti è diventato un d’obbligo, data la necessità di capire  quale posto occupi in un mondo digitale l’oralità. Se nel passato essa è stata la chiave comunicativa d’eccellenza in ogni contesto sociale, oggi sembra abbia perso velocemente valore. Ma le parole sanno essere vissuti irrinunciabili e occorre salvaguardarne l’intensità e l’affettività fin dai primi suoni ricevuti  e scambiati nell’interazione tra la primissima infanzia e gli adulti. Le storie si possono ascoltare oltre che leggere con le parole e con gli occhi, impariamo come diventare narratori, cantastorie dell’età moderna.

Per le iscrizioni è possibile scaricare la scheda di iscrizione dal sito www.ilcerchioonlus.it  e inviarla via e-mail all’indirizzo formazione@umanavventura.it

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.