Tempo di lettura: 1 minuto

Modena- In occasione del Festivalfilosofia, Fondazione Modena Arti Visive inaugura ben tre mostre. Eccole.

Jon Rafman. Il viaggiatore mentale, curata da Diana Baldon e presentata da Fondazione Fotografia Modena insieme alla Galleria Civica di Modena negli spazi della Palazzina dei Giardini, è la prima ampia personale dell’artista canadese in un’istituzione Italiana. La mostra comprende una selezione di installazioni multimediali che ripercorrono la produzione di Rafman a partire dal 2011 ad oggi.

Ryoichi Kurokawa. al-jabr (algebra), allestita nella sede di Palazzo Santa Margherita della Galleria Civica di Modena e curata da NODE festival, è la prima personale in un’istituzione Italiana dell’artista giapponese. La mostra raccoglie alcune tra le sue produzioni recenti più significative, attraverso un percorso multisensoriale caratterizzato da imponenti opere audiovisive, installazioni, sculture e stampe digitali.

Vero o falso? Le figurine sotto la lente d’ingrandimento della scienza, a cura di Pleiadi Emilia, indaga il rapporto tra scienza e verità attraverso le collezioni del Museo della Figurina, conducendo il pubblico all’interno del laboratorio scientifico, luogo simbolo dell’obiettività e dell’attendibilità.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *