Tempo di lettura: 2 minuti

Mantova – Fino al 22 novembre, Palazzo della Ragione a Mantova ospita Il Museo della Follia. Lo ha curato Vittorio Sgarbi in qualità di “ambasciatore” di Expo Belle Arti 2015.

Un padiglione Expo lontano da Expo: questo è Palazzo della Ragione, che un’intuizione sgarbiana ha voluto come sede del Museo della Follia, una delle 16 iniziative decentrate sul territorio volute dal presidente lombardo Roberto Maroni per invogliare il turista a visitare il resto della regione.

Il labirintico percorso allestito nel Palazzo della Ragione espone quasi 200 opere di Antonio Ligabue, di cui 12 dipinti e due disegni inediti provenienti da collezioni private. Ma anche 37 lavori inediti di Pietro Ghizzardi, nato a Viadana e poi trasferitosi a Boretto.

Ampio spazio è riservato a Gino Sandri, artista straordinario, che per trent’anni ritrasse con spietata sincerità i suoi compagni di manicomio. O a Carlo Zinelli, otto ore al giorno ad accalcare con colori puri le fantasmatiche figure del suo paese natale.

La Stanza della Griglia ospita novanta ritratti di pazienti di ex ospedali psichiatrici in fotografie, dipinti e neon. E, ancora più dolorosi, reperti anonimi, effetti personali dei pazienti, frammenti che evocano infinite tristezze, come un cucchiaio, una fialetta odontalgica del Dott. Knapp, un pacchetto di Alfa, una chiave.

I 12 oli inediti di Ligabue sono:

  • Cavallo – 1939-1942;
  • Ritratto – 1941;
  • Cavalli all’aratro – 1948-1950;
  • Ritratto di Donna – 1952-1962;
  • Scorpione, in due versioni differenti;
  • Paesaggio agreste;
  • Vedova nera con preda;
  • Gatto con la talpa;
  • Testa di tigre – 1953-1954;
  • Paesaggio con cani – 1953-1955;
  • Lepre – 1957-1958;
  • I due disegni inediti senza datazione sono Alce e Cavallo.

Fra i 37 lavori inediti di Pietro Ghizzardi troviamo le tecniche miste Claudia Cardinale del 1960, Marilin del 1968 e Mina del 1970.

Grazie alla la partnership con Mantova Shopping Night, la mostra al giovedì è aperta fino alle 23 e, senza alcun sovrapprezzo sul biglietto di ingresso, è possibile partecipare alla visita guidata con un cicerone d’eccezione: Mario Alessandro Fiori, direttore del Centro Studi & Archivio Antonio Ligabue di Parma.
Le visite guidate, in programma alle ore 21, sono riservate a un massimo di 50 persone; è gradita la prenotazione via mail a stampa@confcommerciomantova.it (il programma di visite prevederà un’interruzione nel mese di agosto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *