Soragna, Parma. Dopo la lunga pausa, dolorosa e necessaria, dovuta al covid-19 il Museo Ebraico Fausto Levi è finalmente pronto a riaprire. Nel rispetto delle norme del distanziamento sociale e della tutela della salute di tutti, è stato predisposto un percorso sicuro.

Il Museo Ebraico “Fausto Levi” venne inaugurato ufficialmente nel 1981 quando l’allora presidente della Comunità Ebraica di Parma Fausto Levi, la cui famiglia è originaria di Soragna, ha riaperto al pubblico l’antico edificio contenente la sinagoga completamente ristrutturato e rinnovato.

Le stanze che sin dal primo ‘600 erano state sede della Comunità israelitica soragnese sono così divenute custodi di rare testimonianze, oggetti di culto e documenti tra i pochi rimasti a raccontare la secolare storia degli ebrei parmensi e piacentini; opere provenienti non solo da Soragna ma anche dalle antiche comunità scomparse di Busseto, Fiorenzuola, Cortemaggiore, Monticelli D’Ongina, sono il cuore di una collezione costituita con dedizione e accurate ricerche dallo stesso Fausto Levi, cui il Museo è intitolato.

Nella raccolta sono conservate oggetti di grande valore, salvati da sicura dispersione e degrado. Arredi lignei, argenti preziosi, documentazione autentica, e rotoli di pergamena sono il cuore di una testimonianza storia e documentale tra le più preziose e peculiari d’Italia.
Le visite saranno possibili solamente su prenotazione per gruppi di minimo 6 persone. È possibile concordare la propria visita scrivendo a prenotazioni@museoebraicosoragna.net. Le visite saranno disponibili tutti i giorni ad eccezione del sabato e delle festività ebraiche.

I piccoli gruppi garantiscono un ambiente sicuro e la possibilità di controllare l’afflusso, le norme igieniche ed il distanziamento, in allegato trovi anche il nostro regolamento dettagliato.Inoltre domenica 28 giugno alle ore 17 in programma: “SHIR שיר” laboratorio/concerto per tutta la famiglia con Rocco Rosignoli, musicista ed esperto di cultura ebraica. Posti limitatissimi solo su prenotazione (max 20 persone). Il Laboratorio si svolgerà nel cortile del Museo oppure, in caso di maltempo, nella sinagoga dove i posti a sedere sono stati ridotti a 20. Per prenotazioni: prenotazioni@museoebraicosoragna.net In caso di richieste superiori alle disponibilità sarà ripetuto il concerto in atra data.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.