Quito – Padre José Carollo ci lasciò nel 2005. Lavorando in varie località dell’Ecuador, potè conoscere il volto felice e il volto sofferente della gente semplice. Stabilitosi nella capitale Quito, sentì che la sua missione era di dedicarsi totalmente agli altri, alleviando, per quanto possibile, sofferenze fisiche e spirituali.

Sono molte le opere che Padre Carollo promosse e realizzò a sud di Quito, a favore dei poveri e dei diseredati.

La Cooperativa Maquita, con i suoi prestiti a condizioni vantaggiose alle persone povere, una valida risposta agli usurai. La casa delle suore domenicane, luogo di riunioni pastorali e di catechesi. La Chiesa della parrocchia “Cristo Risuscitato” dove Padre Carollo è sepolto. Il Centro Medico Tierra Nueva che riceve tutti i giorni quasi 600 persone bisognose di cure. La casa della famiglia che accoglie temporaneamente donne e bambini che hanno problemi di alloggio. Accanto ci sono due asili infantili pieni di vita, allegria e serenità. Non molto lontano c’è il centro spirituale “Mons. Proano“, indirizzato specialmente ai giovani. La fondazione MCCH che avvicina i produttori rurali e i consumatori urbani alla concezione e alla pratica del mercato equo e solidale.

La maggior parte di queste opere sono oggi portate avanti dalla Fondazione Tierra Nueva.

Una delle più importanti è sicuramente il nuovo “Ospedale Padre Carollo – Un canto alla vita”. Un ospedale grande, moderno, completamente equipaggiato, perché Padre Carollo diceva: “per i poveri sempre il meglio”.

L’ospedale dispone di 157 posti letto, 4 sale operatorie, 28 ambulatori specializzati per tutti i tipi di malattie, laboratori per le analisi, raggi x, ecografie, centri di riabilitazione per handicap congeniti o dovuti a incidenti. Da segnalare il reparto di maternità, caldo e accogliente, affinchè le madri e i neonati ricevano le cure e le attenzioni migliori e si sentano come a casa loro. Padre Carollo diceva che le mamme sono le vere continuatrici dell’opera creatrice di Dio.

Qui potete trovare bravi medici che, oltre a fare molto bene il loro lavoro all’interno della struttura, prestano molta attenzione ai quartieri periferici della città per aumentare la speranza di vita di molte persone.

Un ospedale al servizio dei poveri, quindi, nel quale deve diventare visibile l’amore di Dio per le persone che soffrono. Una grande dimostrazione di solidarietà di persone, gruppi ed enti di Ecuador, Spagna, Italia, Germania, Stati Uniti, Canada e molti altri paesi del mondo, alla quale ha partecipato anche Cassa Padana Bcc con un finanziamento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome