Tempo di lettura: 3 minuti

Quando la primavera prorompe il lago di Garda diviene un tripudio di luci e colori che si mescolano con aromi e profumi, fanno del Benaco uno dei luoghi più incantevoli del nord Italia. E’ la stagione ideale per presentare agli addetti al settore turistico ed enogastronomico le eccellenze del lago, per questo lunedì 13 aprile il Gruppo Giovani Ora  ha organizzato un educational tour che si svolgerà nel territorio del Parco dell’Alto Garda Bresciano.magasa

L’educational tour istituisce un momento di confronto e di collaborazione tra gli operatori e gli enti e le associazioni del territorio che si propongono congiuntamente per la promozione dei servizi e dei prodotti agro-alimentari.  Il tour, che si estenderà lungo l’arco di tutta la giornata del 13 aprile, sarà rivolto a giornalisti, media e operatori turistici con particolare riferimento alle realtà che propongono tour sportivi-ambientali, agli operatori commerciali per i prodotti tipici del territorio e agli operatori dei servizi.

L’educational tour propone la presentazione ai partecipanti, delle bellezze ambientali e culturali del territorio, coinvolgendo così anche gli Enti istituzionali e turistici preposti a tali azioni. Saranno realizzate due produzioni video da 30 minuti ciascuna. I video dedicati al territorio saranno poi veicolati, tramite i media presenti, in emissione televisiva a copertura di varie emittenti locali, regionali in rete con copertura nazionale.prodotti-alpe-del-garda

Insomma una vetrina delle eccellenze del Garda in vista della prossima apertura dell’EXPO di cui il lago si propone come protagonista, anche e soprattutto per le sue bellezze paesaggistiche, storico-culturali e naturalistiche. Quindi nell’anno dell’esposizione internazionale i prodotti di qualità, ambiente e turismo nel territorio del Parco dell’Alto Garda Bresciano possono essere il volano che traina tutto il territorio confinante. Obbiettivo dell’educational tour che punta a presentare la qualità dei prodotti tipici, contraddistinti dalla genuinità e del lavoro tradizionale nella produzione, la valorizzazione dell’offerta turistica locale, ambientale e sportiva da sempre vocazione del Parco dell’Alto Garda Bresciano per incentivare le varie opportunità di vivere le emozioni che questo paesaggio, tra il verde delle montagne e l’azzurro del lago, sa regalare a chi lo percorre e che ha sempre affascinato artisti e letterati illustri nel corso del tempo.IMG_5020

Il Parco Alto Garda Bresciano, nel 1989, con le rocce strapiombanti nel lago, gli ampi terrazzati, i sentieri e le strade panoramiche che si srotolano fra le valli, le montagne, i boschi ed i paesi dell’entroterra e della riviera è tra gli ambienti più incantevoli che la natura ha voluto regalarci. E’ un dono di cui bisogna essere consapevoli, da preservare, da curare, ma anche da apprezzare meglio, scoprendo più nei dettagli l’infinità di risorse ambientali che ci offre.lago di garda

Il percorso in programma per l’intera giornata del 13 aprile proporrà eventi mirati, presentazioni dei prodotti, visite guidate e degustazioni che puntano alla promozione del territorio, dell’ambiente, della cultura e dei prodotti contraddistinti dai marchi di qualità. Dall’olio di olive extravergine alle marmellate biologiche di agrumi che prosperano per il particolare microclima del lago, miele biologico che le api traggono dai fiori che ricamano il paesaggio dai monti alle sponde del lago. Formaggi del pregiato latte, i salumi e i dolci tipici della tradizione saranno come le voci delle sirene che ammalieranno i palati dei partecipanti al pour. Una giornata completamente dedicata ad uno dei luoghi più belli e affascinati della provincia di Brescia.

L’organizzazione della giornata è stata affidata alla Cheleo Multimedia in collaborazione con  il Parco dell’Alto Garda Bresciano, il Gruppo Giovani Ora  con il contributo PSR 2007/2013 “Incentivazione di attività turistiche – PSL”

 

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *