Tempo di lettura: 1 minuto

Il Piano di investimenti per l’Europa proposto dalla Commissione europea, in partenariato con la Banca europea per gli investimenti (BEI), consentirà di mobilitare almeno 315 miliardi di euro di investimenti. Il principale strumento finanziario del Piano è costituito dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (EFSI) che con una dotazione di 21 miliardi permetterà al gruppo BEI di concedere prestiti e garanzie addizionali per progetti più rischiosi nel periodo 2015-2018.

In Fondo opererà principalmente nei settori Infrastrutture strategiche (incluso IT e digitale), innovazione, energia, istruzione, ambiente e sviluppo sostenibile, PMI e MidCaps. L’effetto leva è quindi la nuova logica di finanziamento: non più risorse pubbliche a fondo perduto ma contributi in garanzia per attrarre risorse private. Per sfruttare al meglio le opportunità offerte dal Fondo è stato recentemente lanciato il portale dei progetti di investimento europei (PPIE), una piattaforma che permette di facilitare l’incontro fra investitori e promotori.

E’ possibile inserire il proprio progetto telematicamente

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *