L’associazione Guide Ambientali Escursionistiche della provincia di Parma organizza per il ponte della Befana una serie di escursioni sulle montagne in provincia di Parma, alla scoperta del parco Appennino Tosco-Emiliano. Conosciuto anche come parco dei 100 laghi è un luogo che accoglie, a portata di tutti, un angolo di natura e bei paesaggi a pochi chilometri dalla pianura padana. Nato nel 1995 come Parco di Crinale dell’Alta Val Parma e Cedra, a tutela di aree del crinale appenninico, dopo la nascita del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, il Parco Regionale, nel 2009, ha riconfigurato il proprio territorio, ampliandolo verso valle e ha unito alla propria originaria “missione” quella della valorizzazione dei prodotti tipici locali e dell’agrobiodiversità.ciaspolata

Tutte le escursioni del ponte dell’Epifania erano previste con le ciaspole o racchette da neve, ma la mancanza di neve sulle montagne fa si che si che le scarpinate possono essere fatte con i soli scarponi ai piedi ma con lo stesso fascino invernale.lago santo

Il programma:

Domenica 4 gennaio: verso il Lago Santo e oltre verso il piccolo specchio del Lago Padre

Dopo aver affrontato la salita diretta verso il Lago santo, e dopo averne attraversato l’ampia superficie ghiacciata, torneremo a salire verso il crinale per raggiungere un’altra piccola ma suggestiva conca che si trova pochi metri più in alto: la conca del Lago Padre. Il piccolo specchio d’acqua, in estate ridotto a torbiera ma in questa stagione completamente ricoperto da ghiaccio, regalerà un paesaggio davvero alpino grazie anche agli abeti presenti sulle sue sponde. A mezzogiorno pranzo al sacco o al rifugio su indicazione della guida al momento della prenotazione. Per l’attrezzatura bastano cuffia, sciarpa, guanti, scarponi. Info: Guida: Antonio Rinaldi 328.8116651 atonio.rinaldi.76@gmail.com
una notte sul monte Caio
Lunedì 5 gennaio: Luna piena.

suggestiva escursione che ci condurrà dal tramonto allo spettacolo della Luna piena gustata dai prati del monte Tavola. Più bello di una notte di luna piena c’è solo una notte di luna piena con la poca neve in terra. I raggi della luna questa sera riflettendosi sul paesaggio, daranno una luminosità davvero straordinaria, che per lunghi tratti ci consentirà di procedere a torce spente. Dai pascoli del Monte Tavola poi, le vette del crinale brilleranno alla luce della luna e si specchieranno con le luci della pianura che chiudono l’orizzonte a nord. Si tratta di escursione medio facile, adatta anche a principianti in forma e disposti a faticare un po’. Materiale necessario torcia se possibile frontale, cuffia, sciarpa, guanti, scarponi. Luogo e ora del ritrovo: Rifugio Lagdei – ore Ore 16,30. Guida: Antonio Rinaldi   328.8116651  antonio.rinaldi.76@gmail.com www.terre-emerse.it.
IMG_2891
Martedì 6 gennaio: la Befana vien di giorno

Chi ha detto che la Befana viene solo di notte? Se non ci credete, venite grandi e piccini alla camminata della Befana nella splendida cornice del Lago Santo. Un’ottima occasione per far provare anche ai più piccoli camminare sui monte e nei boschi. E alla fine pranzo in rifugio per tutti! Facile escursione di due ore e mezzo circa. Materiale necessario: scarponi impermeabili, possibilmente non doposci, guanti cuffia e abbigliamento invernale adatto. Guida: Roberto Piancastelli tel. 339.4876053.

Martedì 6 gennaio: camminata del cinghiale… con polenta.

Camminata godereccia e adatta ad “assaggiare” tutti i paesaggi del Parco. Inserita nel calendario Itinerando Emilia-Romagna. Una bella escursione con partenza comoda, sentiero piacevole e non troppo impegnativo, tavola imbandita all’arrivo, e rientro digestivo in tutta discesa. E’ quella che conduce all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano, partendo dagli ultimi castagneti sopra Bosco di Corniglio per arrivare nel cuore della valle del Parma del Lago Santo attraverso pascoli e boschi. Andata e ritorno su sentieri diversi larghi e non troppo ripidi. Luogo e ora del ritrovo: Piana del Cogno tra Bosco di Corniglio e Lagdei (PR) ore 10,30, guida: Antonio Rinaldi  328.8116651  antonio.rinaldi.76@gmail.com

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.