Tempo di lettura: 1 minuto

Verona – L’epopea di una famiglia di emigranti veneti attraverso le vicissitudini di quattro generazioni: è questa la storia, anzi le storie, de “Il Ponte sugli Oceani. Amori.”, scritto da Raffaello Canteri per la regia di Andrea Castelletti.

Questa sera il Teatro Impiria ripropone il suo spettacolo più celebre presso l’Auditorium delle Scuole Battisti.

Un viaggio avventuroso e poetico, comico e commovente, da una parte all’altra del mondo, dalla fine dell’800 ai nostri giorni: Brasile, Argentina, Stati Uniti, Australia, Lorena, sino all’attuale comunità del web.

Un viaggio nei sentimenti e dentro il senso e la geografia della nostra esistenza e delle nostre radici. La scena – una profusione di bauli e valigie – viene per intero riempita dalla presenza musicale dell’Acoustic Duo di Stefano Bersan e Antonio Canteri che, con un di vagare nei generi musicali dell’ultimo secolo, reinterpreta l’animo degli emigranti, rimandando ad emozioni e sentimenti epocali.

L’attore Guido Ruzzeneti, racconta e incarna le vicende e le indoli dei protagonisti, sino a svelare la sua vera identità. Un ponte tra il passato e il presente, sugli oceani dello spazio e del tempo.

La serata, organizzata in collaborazione con la 2a Circoscrizione del Comune di Verona.

Il cartellone completo degli spettacoli in programma. 

 

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *