Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Sarà una formazione guidata dal chitarrista Giorgio Cordini a suonare martedì 15 settembre al Ciro Sound Live: un power-trio in cui figurano anche il bassista Max Gabanizza e il batterista-percussionista Alberto Venturini. Il repertorio è basato sul rock-blues più tradizionale, con ampio spazio dato a Eric Clapton, Jimi Hendrix, Carlos Santana. Non mancano brani originali, composti dallo stesso Cordini. I tre musicisti si esibiranno presso il Ristorante Pizzeria “Da Ciro”, a Mompiano in via Cacciadenno 6, dopo cena, intorno alle ore 21,15.

Cordini-Gabanizza-Venturini power-trio  rock-blues. Tre professionisti, che nel corso della loro carriera hanno suonato con i più grandi interpreti della scena musicale italiana e internazionale. La loro passione per Jimi Hendrix, Eric Clapton, Carlos Santana e per la musica degli anni 60-70 li porta a cimentarsi con entusiasmo con il rock-blues, genere musicale che ha guidato da sempre il loro percorso. Il repertorio è completamente rinnovato con la recente introduzione di brani strumentali inediti.

Giorgio Cordini, chitarra e voce Max Gabanizza, basso Alberto Venturini, batteria

­L’ingresso al concerto è libero e gratuito. Per informazioni e prenotazioni: 030 2004488

Da un anno Giorgio Cordini ha pubblicato il libro: I miei otto anni con Fabrizio de André

È un progetto cui tengo in modo particolare, anche se è legato solo indirettamente alla musica: si tratta di un libro, una raccolta di brevi episodi, nei quali ho descritto il periodo, che abbraccia l’arco di circa otto anni, nel corso del quale ho suonato chitarre, mandolino, bouzouki a fianco di Fabrizio De André.- racconta Cordini – Ho raccontato i momenti che più mi sono rimasti impressi nella memoria, le situazioni che più mi hanno toccato, suscitando emozioni soprattutto gioiose, ma a volte anche tensioni e inquietudini, insomma quelle vicende che credo valga la pena di riportare per chi, come me, ha amato Fabrizio e di lui sente ancora la mancanza. La data dell’uscita del libro, 11 gennaio 2019, coincide proprio con il ventesimo anniversario della scomparsa di Fabrizio De André, a sottolineare l’intensità del ricordo e dell’affetto che mi legano, insieme a tanti appassionati, al cantautore genovese e che il passare del tempo ha reso ancora più vivi.– Giorgio Cordini.