Verona. Martedì 11 ottobre, alle ore 18:00, presso la Società Letteraria, in piazzetta Scalette Rubiani, Medici per la Pace e Amici del Mondo – World Friends presenteranno i risultati del progetto con una conferenza dal titolo: “Teoria e prassi della cooperazione sanitaria: Il progetto “Mama na mtoto” in terra Masai, Kenya”.

Medici per la Pace è un’associazione di volontariato attiva nel campo della cooperazione sanitaria internazionale, grazie al sostegno della Fondazione Cariverona e alla collaborazione con Amici del Mondo – World Friends, promuove in Kenya la tutela delle mamme e dei bambini dei distretti di Kajado Nord e Isinya, in collaborazione con i partner locali World Friends Kenya e Zam Zam Medical Services. Medici per la Pace è nata nel 2001 a Verona con lo scopo di tutelare il diritto alla salute in Italia e nel mondo.

Amici del mondo – World Friends nasce nel 2001 come organizzazione senza scopo di lucro con base a Roma e Nairobi (Kenya). Si impegna per la tutela del diritto alla salute in diversi paesi dell’Africa, e in particolare nelle zone più povere e marginali del Kenya.

kenya2

Il progetto Mama na Mtoto nasce per rispondere ai bisogni specifici della popolazione femminile ed infantile residente nelle aree rurali dei Distretti di Isinya e Kajiado Nord; interessa le comunità Masai presenti sul territorio, riconosciute come le frange più deboli della popolazione relativamente a sanità, accesso all’acqua potabile, igiene e nutrizione.

Il Kenya si classifica come il 145° Paese al mondo per quanto riguarda l’Indice di Sviluppo Umano (ISU). Inoltre, alcune aree presentano valori di salute, educazione e sviluppo economico decisamente peggiori rispetto la media nazionale. I cosiddetti territori aridi e semi-aridi, come i Distretti di Isinya e Kajado Nord all’interno dei quali opera il progetto, rappresentano la maggioranza di queste aree svantaggiate, caratterizzate da un alto tasso di povertà dovuto all’alternarsi di ricorrenti e prolungate siccità e piogge stagionali spesso dannose.

I servizi rivolti alla salute riproduttiva sono insufficienti in numero e generalmente inadeguati in termini di attrezzature e di competenze del personale socio-sanitario. Collocati principalmente nei grandi centri urbani e collegati alle periferie da strade in pessime condizioni, sono fuori dalla portata della grande maggioranza della popolazione rurale e specialmente di donne e bambini che, per ragioni pratiche e culturali, hanno maggiori difficoltà di mobilità rispetto agli uomini.

kenya

Il progetto concorre al conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio numero 4 (riduzione della mortalità infantile) e numero 5 (miglioramento della salute materna) garantendo l’accessibilità ai servizi sanitari, nutrizionali e di salute riproduttiva, attraverso il potenziamento delle strutture sanitarie locali e la qualificazione e l’ottimizzazione del personale sanitario che in esse opera.

Durante l’incontro verranno illustrati i risultati e le metodologie dell’intervento, con le testimonianze dirette degli operatori sanitari che lavorano sul campo.

Interverranno:

  • Introduzione
    Daniela Brunelli, Società Letteraria di Verona.
  • Teoria e prassi della cooperazione sanitaria nei Paesi in Via di Sviluppo
    Fabrizio Abrescia, Medici per la Pace Onlus.
  • Il progetto “Mama na mtoto” in terra Masai, Kenya
    Gianfranco Morino, World Friends Onlus.
  • Discussione e conclusioni

L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming.