Parma. Riapre la mostra “Van Gogh Multimedia & Friends”, sarà la prima mostra di Parma Capitale italiana della Cultura a riaprire al pubblico. Interrotta dalla pandemia covid19, la ventata dei colori di Vincent Van Gogh da respiro alla città, dal 13 giugno al 16 agosto le porte di Palazzo Dalla Rosa Prati nel cuore della città si spalancheranno ai visitatori, che saranno coinvolti in un particolare percorso immersivo ed emotivo tra i capolavori del tormentato genio di Van Gogh.

Grazie a scenografici supporti multimediali ad altissima qualità si potrà entrare nelle opere del pittore olandese, nei suoi straordinari vortici di colore, nel suo universo creativo. I ritratti e gli autoritratti, le nature morte, i dipinti sui lavori artigiani e contadini, i paesaggi di Van Gogh, le campagne olandesi e francesi in cui si rifugiava, gli influssi onirici orientali, i colori del tramonto e della notte prenderanno vita, raccontandosi attraverso dense pennellate e fascinazioni digitali. Nella stanza segreta, inoltre, ci si potrà immergere nei capolavori di autori amici come Monet, Degas e Renoir giunti da prestigiose collezioni private.

Il percorso multimediale si rivela come un labirinto vivente attraverso i cunicoli di una mente geniale e problematica che conduce in una stanza segreta dedicata ai dipinti degli illustri amici dei quali l’artista si circondò durante la propria permanenza nella Ville Lumière. Provenienti da collezioni private, i capolavori di autori come Monet, Degas e Renoir aiutano a definire un contesto artistico unico e febbrile, popolato da giganteschi protagonisti dell’Impressionismo e del Post-Impressionismo.

«Ogni apertura è una buona notizia verso la ripresa di una reale vita culturale per la città – commenta l’Assessore alla Cultura del Comune di Parma Michele Guerra -. Naturalmente in questa fase costituisce anche una nuova responsabilità: non solo quella di offrire un servizio culturale, ma di farlo in sicurezza andando incontro al visitatore in modo ancora più accogliente e completo».

Per rispettare le norme di sicurezza, infatti, gli ingressi saranno contingentati e scaglionati ogni 15 minuti. All’ingresso ci sarà un termoscanner per misurare la temperatura. L’ingresso è consentito solo con l’uso della mascherina. Per le famiglie, è consentita la visita senza distanziamento.