Tempo di lettura: 2 minuti

Ostiano (Cremona) – Un ruolo importante ha avuto la comunità ebraica nel paese di Ostiano che, pur facendo parte della provincia di Cremona, si trova oltre il fiume Oglio e, ogni anno, il paese sente la volontà di partecipare alla celebrazione della Giornata Europea della Cultura Ebraica.

Per quanto riguarda la giornata ricordiamo che questa è la XXª edizione, la prima risale così al 1999 e iniziò con, prima località di riferimento, Casale Monferrato con la sua magnifica Sinagoga, tra le ottanta distribuite in quindici regioni d’Italia. L’iniziativa oggi può contare sulla collaborazione che si è instaurata tra le varie comunità e enti locali e associazioni varie presenti sul territorio.

Quest’anno l’iniziativa ha come punto di riferimento la città di Parma, che possiede una Sinagoga e l’interessante museo ebraico della vicina località di Soragna.

Tornando alla nostra realtà, due sono i punti di riferimento, ai quali in questa occasione i volontari e appassionati di storia di quel momento danno un particolare risalto, il cimitero ebraico e la Sinagoga. Relativamente al primo non c’è traccia nella storia locale di un vecchio cimitero ebraico, mentre è certa la data del 1780 riguardante l’acquisto di un terreno in località Montagnetta, da adibire, secondo le disposizioni Napoleoniche del 1806 a luogo di sepoltura degli ebrei. Dopo un periodo di abbandono, è oggi curato da Giuseppe Minera, un artigiano, non residente ad Ostiano, al quale non fanno effetto i chilometri da percorrere per arrivare in località Montagnetta e dedicare tutto il suo tempo libero al cimitero ebraico. Ha catalogato tutte le lapidi e di ognuna ha ricostruito la storia, di quello spazio conosce tutto. E’ lui che ogni anno ci telefona per ricordarci la ricorrenza precisando che, quest’anno, domenica 15 sarà sul posto dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 19.

Il secondo importante riferimento è la Sinagoga, un edificio all’interno del castello dei Gonzaga e che fungeva da Casa del Governatore. Poi il Marchese di Ostiano Francesco, la cedette in parti uguali alla Parrocchia e ai Francescani del convento dei Santi Gaudenzio e Alessandro. La comunità ebraica di Ostiano ne entrò in possesso nel 1713 e per due secoli, la Sinagoga divenne il centro della vita della fiorente comunità. Venne chiusa agli inizi del 900, subì un periodo di degrado e nel 2008, dopo un crollo del tetto a causa di una nevicata nel 2006, convinse il comune all’acquisto per salvare ciò che era rimasto. Si aprì così un periodo legato a problemi di ordine burocratico e finanziario per recuperare fondi e autorizzazioni necessarie al suo recupero.

1 commento

  1. grazie giampiero per l’articolo e le belle parole. ma ci sono delle piccole inesattezze: il cimitero della montagnetta venne realizzato per ordine dell’ intendenza austriaca. del 1788 e solo nella lombardia. il vecchio cimitero si trovava in localita’ sabbioni.il palazzo dove fu eretta la sinagoga era diviso fra 3 famiglie ebraiche, le piu’ benestanti. altri dimoravano nel ghetto in abitazioni molto piu’ umili. saluti
    giuseppe
    33

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *