Tempo di lettura: 1 minuto

Parma – Il sesto appuntamento de “Il Suono svelato”, ciclo di guide all’ascolto organizzate dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, propone un percorso musicale che, attraverso l’esecuzione di brani classici, moderni e forme libere, analizza il linguaggio della musica jazz.

Alberto Tacchini, pianista jazz e musicista improvvisatore, racconta “Il suono della musica jazz” in un incontro a ingresso gratuito che si terrà martedì 28 novembre alle 17.30, nell’Auditorium del Carmine. Ingresso libero e gratuito.

Saranno approfonditi temi come l’elaborazione dell’armonia e del ritmo, le convenzioni di un piccolo gruppo, il ruolo dei singoli strumenti, l’assolo come invenzione melodica sulla struttura armonica di una canzone e, infine, l’improvvisazione come processo musicale in divenire. Gli esempi musicali dal vivo saranno affidati ad alcuni studenti dei corsi di jazz del Conservatorio “Arrigo Boito”: Diletta Longhi, Angela Malagisi, Isabella Navarria, Lara Orofino (voci); Manuel Caliumi (sassofono contralto); Daniele Raciti (chitarra); Mattia Dallospedale (contrabbasso); Benedetta Rositano (batteria).

Alberto Tacchini è titolare della cattedra di pianoforte jazz presso il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. Ha partecipato a numerosi festival e rassegne musicali e collabora con musicisti italiani e stranieri tra i quali: T. Ghiglioni, R. Bonati, C. Fasoli, T. Tononi, D. Cavallanti, G. Schiaffini, P. Fresu, G. Trovesi, A. Mandarini, R. Dani, R. Luppi, R. Ottaviano, M. Manzi, M. Falascone, C. Calcagnile, E. Parrini, D. Betti Van Der Noot, D. Torto, R. Cecchetto, G. Maier, U.T. Gandhi, R. Rudd, H. Robertson, M. Dresser, C. Mariano, T. Moreno, M. Godard.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *