Tempo di lettura: 2 minuti

Mantova – Scatta martedì 20 agosto la dodicesima edizione del Mantovafilmfest“,  mostra del nuovo cinema italiano dedicato ai giovani registi italiani. Sono confermate le consuete sezioni Concorso Opera Prima, Filmdoc e Retrospettiva. Quest’ultima è dedicata al genio e alla versatilità del grande Ugo Tognazzi.  Il direttore artistico del Festival che si concluderà domenica 25 agosto, sarà il regista Mimmo Calopresti (“La parola amore esiste“, “La felicità non costa niente“, “L’abbuffata“).

La grande novità del 2019 è la presenza della nuova sezione Opera prima internazionale, che propone una selezione di alcuni tra i migliori esordi cinematografici di produzione non italiana.

Ad aprire il Festival un evento eccezionale, la proiezione de “Apocalypse Now – Final Cut”, l’ultima versione del capolavoro di Francis Ford Coppola. Questa terza versione del film è stata presentata al Tribeca Film Festival di New York il 28 aprile 2019 per i 40 anni della prima uscita in sala.

Il Concorso Opera Prima ha inizio invece con “Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti, candidato ai Nastri D’argento, e con “Ride”, l’opera prima di Valerio Mastandrea.

Dieci le pellicole in concorso. Le altre 8 sono: Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio; Il campione di Leonardo D’Agostini; In viaggio con Adele di Alessandro Capitani; Il grande salto di Giorgio Tirabassi; La profezia dell’armadillo di Emanuele Scaringi; Il mangiatore di pietre di Nicola Bellucci; Bangla di Phaim Bhulyan; Tutte le mie notti di Manfredi Lucibello.

Da mercoledì al via le Masterlcass, con Chef Rubio a colloquio con il direttore artistico Mimmo Calopresti, che per l’occasione presenterà il suo primo cortometraggio da produttore, ‘Elias’, diretto da Brando Bartoleschi.

Numerosi infine sono gli eventi speciali: incontri con autori, workshop, anteprime e cine-concerti per regalare al pubblico del MantovaFilmFest un’esperienza di cinema a trecentosessanta gradi. Tra questi, spicca la cerimonia di chiusura, che avrà come ospite d’onore il maestro Pupi Avati a cui sarà consegnato un premio speciale alla carriera.

Il programma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *