Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara. Un concerto imperdibile, per tutte le persone che ancora non hanno avuto l’occasione di ascoltare dal vivo lo straordinario talento di Alfio Antico, per chi ha già avuto modo di conoscere il musicista siciliano e ne è rimasto incantato.

Al teatro Ferrara Off sabato 20 maggio alle 21 il percussionista siciliano, da anni considerato uno dei maggiori interpreti della tammorra (tamburo), con tamburo e voce per un concerto dal forte impatto emotivo. Alfio è un personaggio che eleva la musica popolare ad un linguaggio universale. Pastore, conciatore di pelli e artigiano, la musica è entrata nella sua esistenza come una linfa vitale.

Sabato al Ferrara Off si terrà “Semu suli semu tutti”, l’appuntamento con il mastro Geppetto della world music, così viene definito Antico: i suoi burattini sono i tamburi. Forgiati in pelle diverse, ricamati, allisciati, ciascuno portatore di una propria voce, un cuore e un’anima speciale. Il tamburo nelle mani del “grande lentinese” non è soltanto o semplicemente uno strumento: prende vita. Il suo ultimo album, uscito nel 2016, è stato presentato da “Il sole 24 ore” come «il più importante disco dell’anno».

È un erede autentico e diretto della tradizione musicale popolare, ricevuta dalla sua famiglia, cresciuta a contatto con la natura e arricchita dalle tante esperienze musicali e teatrali, dal balletto classico alla commedia dell’arte. Antico è considerato uno dei tamburellisti che più ha rivoluzionato la tecnica della tammorra con arricchimenti di nuovi timbri e fioriture.

Antico ha collaborato con Fabrizio De André, Lucio Dalla, Edoardo Bennato, Carmen Consoli, Vinicio Capossela, Renzo Arbore, Roy Pacy, Vincenzo Spampinato, Gianni Pierilli, Peppe Barra, Piero Ricci e la Nuova Compagnia di Canto Popolare – solo per citarne alcuni. In questo inedito concerto suonerà con il figlio, il chitarrista Mattia Antico.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *