Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Brescia)Il teatro di Leno rivive! A partire da sabato 21 ottobre, il teatro comunale, ristrutturato nel 2010, torna alla ribalta organizzando un palinsesto di proiezioni cinematografiche per la cittadinanza. Tutti gli amanti del cinema non possono mancare a questo evento intitolato “Tutti al cinema a Leno“.

Dal giorno in cui il nostro teatro ha ripreso a vivere come luogo di cultura, di socializzazione, di incontro, abbiamo avuto un obbiettivo e un po’ anche in sogno. Riportare in quegli spazi il cinema.” – scrive la vice sindaco Rossella de Pietro sul suo profilo Facebook.

Da sabato 21 ottobre tutto ciò diventa davvero realtà. Il paese è inviato ad una serie di sei serate in cui verranno fatte delle proiezioni cinematografiche, distribuite nei week-end del mese di ottobre e di novembre. Le proiezioni sono state accuratamente scelte, da “Valerian e la città dei mille pianeti” ad “Emoji. Accendi le emozioni“, per  accontentare tutti e non deludere nessuno, in questo nuovo memorabile avvio di stagione del teatro di Leno.

E ancora l’ex sindaco Pietro Bisinella dice di questo grande evento: “I sogni (a volte) diventano realtà!!! Quando sono diventato Sindaco la prima volta, avevo un sogno nel cassetto. Volevo che il nostro teatro e cinema comunale riaprisse i battenti, lo volevo a tutti i costi perché consideravo un abominio l’averlo chiuso e aver svuotato il centro del paese dell’unico spazio attrattivo e culturale esistente, la consideravo quasi una offesa, soprattutto nei confronti dei più giovani. L’ultimo film proiettato in quella sala fu “GREASE”, lo so perché c’ero…poi il nulla e l’abbandono più totale. Per decenni eravamo stati condannati all’oblio culturale, avendo chiuso i battenti anche il cinema dell’Oratorio. Ci sono voluti quasi vent’anni, una fatica e un lavoro della miseria,una innumerevole e stucchevole polemica.

Il 21 Ottobre finalmente anche il Cinema, dopo il teatro RIAPRE. Mi viene quasi da piangere, se penso quando siamo partiti come eravamo messi, ma sono lacrime di gioia e di ORGOGLIO. Bene, per me e per le Amministrazioni alle quali ho appartenuto, la cultura e la crescita di una comunità sono PRIORITA’ ASSOLUTE. Avremo un milione di Euro in meno nelle casse del Comune, ma NON abbiamo negato il futuro alla nostra gente, possiamo incontrarci, parlare, discutere, crescere, dissentire. A volte, ma solo se ci si crede i sogni POSSONO diventare realtà“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *