Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Brescia) – Domenica 22 novembre alle ore 15.30 in villa Badia, nell’ambito della rassegna “Scelte sostenibili”, organizzata da Legambiente, G.A.S. Leno e Fondazione Dominato Leonense, viene presentato in anteprima il libro “La fabbrica dei cuccioli. Fermiamo il traffico internazione: l’amore non si compra”, di Macri Puricelli, giornalista, e Ilaria Innocenti, responsansabile della sezione Cani e Gatti della Lav (fra le prime associazioni a battersi contro questo traffico illegale), pubblicato da Sonda e disponibile in libreria dal 26 novembre.

Un incontro per far conoscere la verità (e la sofferenza) che si cela dietro il traffico di cuccioli che dall’Europa dell’Est porta in Italia, illegalmente, 8000 cani al mese. Un affare da 300 milioni di euro all’anno: terzo “mercato” dopo quello di droga e armi.

FabbricaCuccioliSi tratta di un traffico senza umanità, in cui i cuccioli viaggiano (spesso trovando la morte) rinchiusi in scatoloni o borse, nascosti nei bagagliai di autovetture, celati in furgoni, in treno, in aereo. Il termine esatto che definisce queste attività clandestine è zoomafia, ossia lo sfruttamento degli animali per ragioni economiche, di controllo sociale, di dominio territoriale, da parte di persone singole o associate o appartenenti alla criminalità organizzata.

Dal 1998 la LAV ha istituito l’Osservatorio Nazionale Zoomafia, organismo che collabora con gli organi di polizia, la magistratura, vari osservatori sulla criminalità e le mafia. E’ finalizzato all’analisi, anche sotto il profilo criminologico, dello sfruttamento degli animali da parte delle organizzazioni criminali, per studiare in modo sistematico questo fenomeno e individuare possibili sviluppi.

Ogni anno viene stilato un rapporto in merito alla situazione attuale che rileva un aumento dei traffici soprattutto nel periodo natalizio, quando i piccoli cuccioli diventano veri e propri regali.

Valerio Gardoni, giornalista e fotoreporter, coordina l’incontro e Milly Dagani si occupa delle letture.
La presentazione, è aperta a tutta la cittadinanza; un momento  per condividere testimonianze, problematiche e riflessioni sulla zoo mafia; per sensibilizzare e fornire consapevolezza in chi vuole condividere la propria vita con un piccolo amico a quattro zampe.

Durante tutta la giornata, nella piazza centrale di Leno, si svolgono i Mercatini di Natale solidali. In mostra l’artigianato, le associazioni e le prelibatezze di stagione da poter gustare.

CONDIVIDI
Daniela Iazzi
Cremonese di origine, studentessa a Milano e residente a Fidenza. Frequenta la Bocconi e si specializza in Arte, cultura e comunicazione. Lavora dal 2005 presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *