Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara. Perché la sperimentazione sugli animali è al tramonto? Si cerca la risposta nel convegno organizzato dalla LEAL Lega Antivivisezionista sezione Ferrara insieme a Riscatto Animale organizzano, in programma per Sabato 8 ottobre dalle ore 10 alle ore 18 al p alazzo della Racchetta, Via Vaspergolo, 4- 6  Ferrara.

Stando a quanto dichiarato dagli organizzatori: “l’abbandono della sperimentazione animale non soltanto è possibile ma doveroso. Lo dobbiamo a milioni di persone che dopo decenni di ricerca sugli animali continuano ad ammalarsi e a morire di malattie che potrebbero essere prevenibili e curabili. Lo dobbiamo a milioni di animali stabulati a cui vengono sacrificate crudelmente e inutilmente, vita e salute.”

Per affermare che un’altra sperimentazione è possibile i responsabili della LEAL ricordano che: “esiste una ricerca che non fa uso di animali ormai consolidata, scientificamente validata, innovativa ed etica per la quale chiediamo sostegno ed implementazione.”sperimentazione-animali

Sarà questo il tema del convegno, in cui verranno messi a confronto gli aspetti scientifici, etici, giuridici e legislativi.  Il convegno è stato organizzato per essere una occasione di approfondimento con le Autorità, le Istituzioni e in particolare con gli Istituti di Ricerca Universitari ed è aperto, con ingresso libero, a tutti i cittadini.

Con il convegno la LEAL va al nocciolo della sua vocazione, difatti la LEAL ha per scopo statutario l’abolizione della vivisezione e la sua sostituzione con altri mezzi più sicuri scientificamente e più accettabili moralmente. Partendo dal fatto che gli esseri umani non hanno il monopolio della sofferenza, del terrore e della disperazione o quello dell’amore e della lealtà; gli animali sono come noi capaci di godere e di soffrire, ma non sono capaci di esprimere a parole il dolore cui molto spesso l’uomo li costringe.

Programma del Convegno:
h 10,30 Introduzione di Gian Marco Prampolini, presidente nazionale LEAL e Claudia Corsini, presidente Riscatto Animale.
h 11 Bruna Annamaria Monami, vicepresidente LEAL: “Il valore dell’etica nel tempo della Sperimentazione Animale”
h 11,30 Yuri Bautta, responsabile settore Vivisezione di LAV Modena: “I Macachi di Modena: una battaglia vinta”
h 12 Dott Oriano Perata, dirigente medico S.C. Chirurgia Generale Dip. Chirurgie Ospedale Santa Corona-Pietra Ligure: “Test su animali in chirurgia”
h 13 Pausa pranzo con buffet vegano
h 14 Professore Bruno Fedi, P­rofessore di Urologia­,  Primario anatomopat­ologo  referente scientifico di LEAL Lega Antivivisezionista: “Vivisezione, Animalismo e Società”
h 15 Professore Marco Mamone Capria, matematico ed epistemologo presso l’Università di Perugia e presidente della Fondazione Hans Ruesch: “Come (non) è finita l’iniziativa Stop Vivisection”
h 16 Avvocato David Zanforlini, Foro di Ferrara e presidente nazionale dei Centri di azione giuridica di Legambiente: “Forse che gli animali hanno diritti?”
h 17 Dottoressa Susanna Penco, biologa e ricercatrice all’Università di Genova da sempre obiettrice di coscienza (via Skype)
h 17,15 Onorevole Paolo Bernini, M5S: “La politica delle gabbie vuote e dei metodi sostitutivi”.

Modera la dottoressa Anna Barbieri

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *