Ferrara. Perché la sperimentazione sugli animali è al tramonto? Si cerca la risposta nel convegno organizzato dalla LEAL Lega Antivivisezionista sezione Ferrara insieme a Riscatto Animale organizzano, in programma per Sabato 8 ottobre dalle ore 10 alle ore 18 al p alazzo della Racchetta, Via Vaspergolo, 4- 6  Ferrara.

Stando a quanto dichiarato dagli organizzatori: “l’abbandono della sperimentazione animale non soltanto è possibile ma doveroso. Lo dobbiamo a milioni di persone che dopo decenni di ricerca sugli animali continuano ad ammalarsi e a morire di malattie che potrebbero essere prevenibili e curabili. Lo dobbiamo a milioni di animali stabulati a cui vengono sacrificate crudelmente e inutilmente, vita e salute.”

Per affermare che un’altra sperimentazione è possibile i responsabili della LEAL ricordano che: “esiste una ricerca che non fa uso di animali ormai consolidata, scientificamente validata, innovativa ed etica per la quale chiediamo sostegno ed implementazione.”sperimentazione-animali

Sarà questo il tema del convegno, in cui verranno messi a confronto gli aspetti scientifici, etici, giuridici e legislativi.  Il convegno è stato organizzato per essere una occasione di approfondimento con le Autorità, le Istituzioni e in particolare con gli Istituti di Ricerca Universitari ed è aperto, con ingresso libero, a tutti i cittadini.

Con il convegno la LEAL va al nocciolo della sua vocazione, difatti la LEAL ha per scopo statutario l’abolizione della vivisezione e la sua sostituzione con altri mezzi più sicuri scientificamente e più accettabili moralmente. Partendo dal fatto che gli esseri umani non hanno il monopolio della sofferenza, del terrore e della disperazione o quello dell’amore e della lealtà; gli animali sono come noi capaci di godere e di soffrire, ma non sono capaci di esprimere a parole il dolore cui molto spesso l’uomo li costringe.

Programma del Convegno:
h 10,30 Introduzione di Gian Marco Prampolini, presidente nazionale LEAL e Claudia Corsini, presidente Riscatto Animale.
h 11 Bruna Annamaria Monami, vicepresidente LEAL: “Il valore dell’etica nel tempo della Sperimentazione Animale”
h 11,30 Yuri Bautta, responsabile settore Vivisezione di LAV Modena: “I Macachi di Modena: una battaglia vinta”
h 12 Dott Oriano Perata, dirigente medico S.C. Chirurgia Generale Dip. Chirurgie Ospedale Santa Corona-Pietra Ligure: “Test su animali in chirurgia”
h 13 Pausa pranzo con buffet vegano
h 14 Professore Bruno Fedi, P­rofessore di Urologia­,  Primario anatomopat­ologo  referente scientifico di LEAL Lega Antivivisezionista: “Vivisezione, Animalismo e Società”
h 15 Professore Marco Mamone Capria, matematico ed epistemologo presso l’Università di Perugia e presidente della Fondazione Hans Ruesch: “Come (non) è finita l’iniziativa Stop Vivisection”
h 16 Avvocato David Zanforlini, Foro di Ferrara e presidente nazionale dei Centri di azione giuridica di Legambiente: “Forse che gli animali hanno diritti?”
h 17 Dottoressa Susanna Penco, biologa e ricercatrice all’Università di Genova da sempre obiettrice di coscienza (via Skype)
h 17,15 Onorevole Paolo Bernini, M5S: “La politica delle gabbie vuote e dei metodi sostitutivi”.

Modera la dottoressa Anna Barbieri

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.