Cremona.  Le conseguenze dei cambiamenti climatici interessano ormai anche il nostro territorio sottoposto a ondate di calore d’estate, a una diminuzione delle precipitazioni  e anche a  fenomeni estremi di maltempo. Sene parla venerdì 10 novembre alle ore 17 presso le Acli di via Massaia 22. L’incontro è parte del del percorso “La tutela dell’ecosistema del Po” il tema: “il valore del clima” è rivolto ad insegnanti, amministratori, associazioni e ai cittadini interessati, relatore Piero Pelizzaro responsabile europeo Kyoto Club.

Il Vertice di Parigi, COP 21 sul clima, ha fissato degli obiettivi globali di riduzione della temperature per raggiungere i quali occorre mettere in atto strategie, piani nazionali, regionali e locali di adattamento ai cambiamenti climatici. Sono obiettivi mirati a ridurre l’emissione di gas serra e a rendere i territori e le infrastrutture resilienti agli impatti negativi.

Pertanto, nell’incontro del 10 novembre si parlerà dei cambiamenti climatici nella valle del Po. Delle misure strutturali da adottare in Italia e in Europa dopo gli accordi di Parigi sul clima e delle conseguenti politiche di mitigazione e di adattamento previste nei nuovi Piani europei. Verrà presentato il concetto e le pratiche necessarie per aumentare la resilienza dei sistemi naturali e dei settori socio- economici.

Il corso è organizzato da Acli provinciali, in collaborazione col Comune di Cremona e Piacenza, ISREC Piacenza e Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona ed è condiviso da varie realtà territoriali: Legambiente Cremona e Piacenza, Consorzio Agrituristico mantovano, Ufficio scolastico territoriale, Arci, Salviamo il paesaggio, Persona Ambiente, Creafuturo, Filiera corta solidale, Git Banca Etica Cremona, Ambientescienze, Museo paleoantropologico di San Daniele Po, Acquario del Po di Motta Baluffi.

Piero Pelizzaro è esperto in politiche di cambiamento climatico e pianificazione di adattamento. E’ co-fondatore di Climalia, la prima società di start-up fornendo servizi climatici in Italia, dove opera come Resilient Specialist.  È Project Manager presso il Comune di Milano, esperto in  Smart City/Sharing Economy. Inoltre è consulente esterno del Ministero dell’Ambiente per la Tutela del territorio e del Mare nelle attività di formazione sulla politica di adattamento urbano ai cambiamenti climatici.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome