Colorno (Parma) – Si parla di grandi alberi e di “natura da vivere” nella visita guidata alla scoperta dei giardini della Reggia di Colorno, organizzata dall’Istituto Beni Culturali dell’Emilia Romagna, nel constesto dell’edizione 2017 del festival Vivi il Verde. Questo intimo incontro con la natura si articola in un programma studiato di due giorni:

Sabato 23 settembre
Arrivo in mattinata a Fontanellato e visita al monumentale Labirinto di Franco Maria Ricci. Il dedalo ha una pianta a stella che ricopre 7 ettari, con migliaia di bambù di specie diverse.
Trasferimento a Parma. Pranzo in ristorante con prodotti tipici.

Visita alla scoperta di alcuni tesori d’arte della città, alla Cattedrale, una delle più alte espressioni dell’architettura romanica padana e al Battistero, costruito su pianta ottagonale in marmo rosa di Verona. A seguire visita al Palazzo Ducale (esterni), all’interno del Giardino Ducale. La nascita del parco si deve al duca Ottavio Farnese, che nel 1561 diede mandato all’architetto Giovanni Boscoli di costruire una nuova residenza, più degna del suo casato. Nel Settecento i Borbone convertirono il giardino “alla francese” abbellendolo con le sculture neoclassiche del Boudard. Successivamente, con l’arrivo a Parma della Duchessa Maria Luigia, il parco fu in parte ridisegnato ad opera di Nicola Bettoli.

Domenica 24 settembre
Trasferimento a Colorno e alle ore 11 visita guidata al Giardino Storico della Reggia di Colorno alla scoperta dei segreti degli alberi e delle siepi accompagnati da una guida d’eccezione, il Col. Pier Luigi Fedele Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Parma. Pic nic nell’area verde del parco alle ore 12.30.

Alle ore 16.00 è prevista una visita ludico didattica per bambini dai 6 ai 12 anni. Essi potranno conoscere diverse piante e imparare a distinguerle dalla loro forma e dimensione. Le piante si “vestono” con molti colori differenti, e questi cambiano durante la vita delle piante stesse: ai bambini verrà spiegato a cosa servono tutti questi colori, e come e quando le piante li cambiano. Potranno inoltre stimolare i quattro sensi: toccare, annusare, guardare e ascoltare i rumori che generano.

Per gli adulti, vi è la possibilità di fare la visita guidata della Reggia: residenza estiva di Francesco Farnese, poi dimora prediletta di Don Filippo di Borbone e della moglie Louise Elisabeth, figlia di Luigi XV di Francia, che la rinnova e l’arreda sul nobile modello di Versailles e abitata da Maria Luigia d’Austria fino alla metà dell’Ottocento.