Tempo di lettura: < 1 minuto

Nel disegno della Legge di Bilancio per il 2022 sono stanziati 150 milioni di euro dal 2022 per l’avvio del Fondo per il sostegno alla transizione industriale allo di scopo di favorire l’adeguamento del sistema produttivo nazionale alle politiche europee in materia di lotta ai cambiamenti climatici.

L’intervento è rivolto alle imprese, con particolare riguardo a quelle che operano in settori ad alta intensità energetica, quali ad esempio fonderie, acciaierie, cartiere, ceramiche, cementerie.

Il Fondo finanzierà la realizzazione di investimenti per l’efficientamento energetico, per il riutilizzo per impieghi produttivi di materie prime e di materie riciclate, nonché per la cattura, il sequestro e il riutilizzo della CO2.

L’operatività del Fondo è subordinata all’approvazione di un decreto del Ministro dello sviluppo economico.