Santa Maria del Taro, Tornolo, Parma. Lupo e Aquila, due animali affascinanti a lungo perseguitati dall’uomo, fondamentali tasselli della biodiversità e predatori apicali entrambi presenti nell’altissima valle del Taro in Appennino Parmense sono al centro delle due escursioni didattiche del 27 e 28 giugno, organizzate dall’associazione Io non ho paura del lupo.

Spesso poco conosciuti, mitizzati ed estremizzati, lupi ed aquile reali possono entrare in conflitto con le attività umane. In questi due giorni con i volontari ed esperti dell’associazione si percorreranno suggestivi sentieri con viste mozzafiato sui crinali appenninici a cavallo tra Emilia e  Liguria approfondiremo biologia ed etologia di aquile e lupi, tecniche di monitoraggio e buone pratiche di convivenza oltre ad imparare ad interpretare i segni di presenza delle tracce della fauna che si incontrerà.

Il programma:

Ritrovo alle ore 10.00 a  S. Maria del Taro spostamento con mezzi propri, fino ad una vicina località (5 minuti d’auto) da qui attraverso sentieri di castagneti secolari, ampi spazi aperti con imponenti affioramenti ofiolitici per arrivare sul crinale da cui potremo ammirare con una vista a 360 gradi la  catena appenninica sino al mare. La posizione sarà favorevole per cercare di avvistare le aquile ed altri rapaci (bianconi, pecchiaioli, pellegrino, poiane, gheppi).

Lungo il percorso incontreremo diversi siti di marcatura ricorrenti dei lupi di un nucleo famigliare che stiamo monitorando ed effettueremo il controllo delle video trappole precedentemente piazzate, con pratica sui posizionamenti e modalità d’installazione.

Massimo 15 partecipanti – Chiusura iscrizioni 25 Giugno  per partecipare all’evento serve iscriversi all’associazione Io non ho paura del lupo.

Contributo spese attività: Adulti maggiori di 12 anni: € 15,00
(partecipando anche all’escursione del giorno precedente il contributo totale sarà di € 25,00 per entrambe le escursioni)
Bambini da 7 a 12 anni: € 10
(partecipando anche all’escursione del giorno precedente il contributo totale sarà di € 15,00 per entrambe le escursioni)

Abbigliamento da trekking adatto al periodo a strati per adattarsi al meglio alle diverse temperature, consigliamo di portare una copertura supplementare da indossare quando staremo a lungo fermi per le osservazioni dirette. Scarponi da trekking meglio se impermeabili, giacca a vento e antipioggia, cappello, maglione o pile, borraccia minimo 1 l, materiale per prendere appunti, binocolo, torcia (preferibilmente frontale), zaino per ricambio, acqua e pranzo al sacco.

Livello difficoltà: E (escursionistico) In ambiente montano, su sentieri non necessitano di particolari capacità tecniche, attraversano aree boscate ed aree aperte. Lunghezza trekking Km10 – 300 metri dislivello.

L’escursione verrà svolta in ottemperanza delle direttive anti covid19. Tutti i partecipanti dovranno rispettare le disposizioni che verranno comunicate dalla nostra associazione, mantenere le distanze di sicurezza ed evitare assembramenti di qualsiasi tipo.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.