Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – Il progetto “La montagna e la Duchessa”, prosegue con l’inaugurazione della mostra, presso la sede centrale dell’Archivio di Stato di Parma in programma per giovedì 20 Aprile alle ore 16.30.

L’esposizione al pubblico di documenti originali e inediti, conservati proprio presso l’Archivio di Stato, consentirà di approfondire e visualizzare in concreto il rapporto che la Duchessa Maria Luigia instaurò con l’Appennino Parmense.

Il percorso espositivo si snoda su quattro sezioni.

La prima descrive il territorio di Corniglio (la viabilità storica dell’Alta Val Parma e il catasto di Maria Luigia, il Castello di Corniglio, donato dalla Duchessa al Comune, il Lago Santo, raccontato dai viaggiatori e raffigurato in disegni e dipinti), la seconda sezione approfondirà i due viaggi che la Duchessa compì verso il Lago Santo, nel 1821 e nel 1827, la terza illustrerà ciò che i viaggi di Maria Luigia hanno lasciato al territorio, mentre l’ultima sezione prevede l’esposizione di fotografie dell’Alta Val Parma, provenienti dal fondo Micheli-Mariotti conservato presso la Biblioteca Palatina.

Il progetto è promosso dalla Sezione di Parma del Club Alpino Italiano, dall’Archivio di Stato di Parma, dal Comune di Corniglio, dal Parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e dall’ente Parchi del Ducato, con il patrocinio della Provincia di Parma e dell’Istituto Comprensivo di Corniglio.

La mostra rimarrà aperta fino al 20 maggio,

Nell’ambito della Settimana della didattica, dall’Archivio di Stato di Parma sarà organizzata, in data 11 maggio alle ore 16:30, una conferenza su argomenti specifici collegati al tema della mostra a cura di Carlo Alberto Gemignani dell’Università di Parma.

CONDIVIDI
Daniela Iazzi
Cremonese di origine, studentessa a Milano e residente a Fidenza. Frequenta la Bocconi e si specializza in Arte, cultura e comunicazione. Lavora dal 2005 presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *