Bergamo – Va avanti fino al 6 dicembre, in città e in provincia il festival “In necessità virtù”, la rassegna artistica promossa dal Centro di servizio per il volontariato di Bergamo, insieme alla Compagnia Brincadera, Sguazzi Onlus e Alchimia Cooperativa Sociale, con la collaborazione di numerose altre realtà del territorio.

Il tema di questa quarta edizione, partita il 22 novembre, è “Forme d’arte nel disincanto”.

Il festival racconta infatti gli eroi del disincanto, coloro che, nella lucida consapevolezza del male e del dolore, non smettono di perseguire la bellezza.

Eroi non per gesta eccezionali, ma per la forza di resistere nel quotidiano, nell’ordinario. Il programma della manifestazione prevede 9 giorni di eventi di teatro, musica, letteratura, cinema, fotografia, filosofia e narrazione.

Tanti i luoghi che ospitano il Festival, che si diffonde così in tutta la città: il teatro Qoelet, l’istituto Mascheroni, il cineteatro Boccaleone, il teatro civico Dalmine, l’auditorium Piazza della Libertà, il teatro sociale, lo spazio circo Bergamo Telgate, il teatro Donizetti e il teatro Gavazzeni.

In necessità virtù vive del lavoro gratuito di numerosi volontari, che pur provenendo da diverse realtà associative lavorano insieme tutto l’anno per renderlo possibile.

Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.