Lonato (Brescia) – La maggior parte delle persone respira senza pensare, chi è affetto da Fibrosi Cisitica, invece, non può far altro che pensare a respirare.

Musica, cabaret e solidarietà si mettono a sostegno della ricerca in un serata di primavera all’aperto,  con due superospiti: Giorgio Zanetti di Zelig e Andrea Catavolo di Radio Studio Più.

È il primo grande evento organizzato “in casa” dal gruppo FCL Fibrosi Cistica Lonato, collegato alla Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Veneta, che sabato 28 maggio invita tutti in piazza per una mega festa a scopo benefico.

La fibrosi cistica è una malattia genetica definita rara ma che, solo in Italia, colpisce circa un neonato su 2.500 con 200 nuovi casi all’anno. Ancora non esiste una cura definitiva, nonostante le terapie stiano facendo progressi e allungando la vita dei pazienti. Sostenere la ricerca è quindi importantissimo, pensando a quelle 5000 persone che in Italia soffrono di fibrosi cistica e alle loro famiglie.

La serata, proposta con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Lonato del Garda, sarà aperta dai giovani musicisti della “Minibanda” del Corpo musicale Città di Lonato, diretta dal maestro Carlo Righetti.

Sul palco della solidarietà salirà poi la band Gli Invisibili, tra cui spiccano altri giovani talenti lonatesi, con il loro swing d’altri tempi, incursioni “dance swing” e pezzi “ever green” completamente riarrangiati: Davide Cerry (voce), Matteo Righetti (sax alto), Moreno Romanelli (pianoforte) e Andrea Righetti (batteria & percussioni).

Il compito di distribuire risate tra il pubblico sarà affidato al comico bresciano di Zelig Giorgio Zanetti, cabarettista, conduttore e attore, e al noto speaker di Radio Studio Più, showman e comico Andrea Catavolo con un assaggio del suo “Andrea Catavolo Show”.

Musica, allegria, intermezzi di zumba e hip hop con la palestra Genesys B e l’opportunità di contribuire in maniera concreta al sostegno di famiglie e malati di fibrosi cistica tramite la Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione con sede a Verona presso l’Azienda ospedaliera di Borgo Trento, a cui sarà devoluto l’intero ricavato dell’evento.

Il pubblico potrà cenare in piazza, ai tavoli, grazie alle cucine allestite dagli Alpini. In caso di maltempo la serata si svolgerà ugualmente, al coperto, presso il vecchio palazzetto dello sport in via Regia antica a Lonato.