Tempo di lettura: 1 minuto

Con la pubblicazione del bando per le aggregazioni di imprese entra nel vivo il nuovo piano industriale del Veneto. L’obiettivo è sostenere le attività di ricerca collaborativa e il riposizionamento competitivo attraverso l’innovazione di processo.

Le domande devono essere presentate da aggregazioni di almeno 3 piccole e medie imprese (in contratto di rete, consorzio, associazione o raggruppamento di imprese a carattere temporaneo).

Tra gli interventi ammissibili rientrano i progetti di ricerca industriale o sviluppo sperimentale coerenti con la RIS3 Veneto per l’azione relativa alle “Attività collaborative di R&S”, e i progetti di innovazione di processo per l’azione sul “Riposizionamento competitivo”.
La misura “Attività collaborative” richiede inoltre il coinvolgimento di un ente di ricerca iscritto al sito Innoveneto.org, e prevede la possibilità di coinvolgere una grande impresa.

I progetti devono prevedere un importo minimo di 60 mila euro e un massimo di 500 mila euro.
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili.

Lo sportello per la presentazione delle domande sarà attivo dal 22 giugno 2017 al 20 luglio 2017.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *