Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia –  La Settima edizione della mostra fotografica collettiva accoglie i migliori allievi di Scuolafotografia di Carla Cinelli in un percorsi di 32 stampe di grande formato (cm 150×120) scattate da altrettanti autori.

I 32 fotografi che espongono a inATTOvisivo hanno frequentato la scuola di fotografia di Carla Cinelli, fotografa bresciana che con uno stile molto originale e personale riesce a coinvolgere i suoi allievi nella sperimentazione a più livelli per rappresentare un oggetto, un pensiero, un luogo o un momento con uno stile personale.

“Una manifestazione consolidata – afferma Carla Cinelli – che regala sempre grandi emozioni per chi ama la fotografia come me; si lavora a lungo con gli autori per arrivare a questo appuntamento che ha l’ambizione di proporre nuove riflessioni sulla fotografia contemporanea”.

Le fotografie ritraggono temi diversi realizzati con differenti tecniche fotografiche. Notevole il riscontro del pubblico nelle scorse edizioni; gli ospiti, appassionati e non, avranno il compito di lasciarsi coinvolgere dall’arte, unitamente a idee e sentimenti rappresentati. La mostra è una grande occasione per diffondere un’arte moderna di continuo interesse come la fotografia e l’incontro con gli autori genererà momenti di scambio culturale apprezzabili.

InATTOvisivo è organizzato nell’ambito delle iniziative “Maggio Culturale” dalla Parrocchia Cristo Re di Brescia, in collaborazione con l’Associazione Culturale Spazio Arte Duina.

Autori in mostra:
Alberto Aloisi, Alessandro Galperti, Andrea Mazza, Damiano Baccherassi, Davide Brunori, Ezio Mereghetti, Fabio Corradini, Fabrizia Folsi, Federica Alberti, Filippo Zibordi, Fiorenza Stefani, Francesca Avanzi, Gabriele Verzeletti, Giovanni Lupezzi, Giuliana Beretta, Giuseppe Reboldi, Ivano Catini, Lara Agosti, Luciano Torri, Marina De Mitri, Matteo Agosti, Mirko Tarragoni, Paola Viviani, Paolo Guzzoni, Roberta Bina, Samanta Turati, Simona Ghidini, Simone Ragnoli, Tamara Mestriner, Valentina Colosio, Veronica Paterlini, Vittorio Arena

Curatori della mostra: Carla Cinelli, Ezio Mereghetti e Ivano Catini.