Tempo di lettura: 1 minuto

La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto nuovi incentivi per le imprese che investiranno in tecnologie 4.0: al posto dell’iperammortamento quest’anno sarà in vigore un credito di imposta dal 20% al 40% delle spese ammesse.

L’incentivo si applica per l’acquisto, anche in leasing, di beni strumentali 4.0 rientranti nelle seguenti categorie (di cui all’allegato A della legge 232/2016):

  • beni funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave 4.0;
  • sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;
  • dispositivi per l’interazione uomo-macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro.

Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro e nella misura del 20% per investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e nel limite massimo di 10 milioni di euro.

Tali beni devono inoltre essere interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura (come per la disciplina dell’iperammortamento).

Gli investimenti devono fare riferimento ad ordini accettati entro il 31 dicembre 2020, con consegna entro il 30 giugno del 2021 nel caso sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

E’ richiesta obbligatoriamente una perizia tecnica per investimenti oltre i 300 mila euro.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *