Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. La cooperativa “Il Calabrone” invita partecipare a tre “Incontri di Pensiero”, tre incontri in cui si parlerà di temi significativi, con un filo conduttore che quest’anno sarà “nella giusta misura, la transizione dal liberismo al solidarismo”. Sabato 14, 21 e 28 novembre, Tutti gli incontri si svolgeranno presso lAuditorium Capretti, Istituto Artigianelli, via Piamarta 6, a Brescia. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti.
Tre serate di riflessione sui soggetti e i luoghi sociali di questa svolta, con la partecipazione di personalità del mondo culturale e sociale.impresa sociale

– Sono incontri che ci richiamano reciprocamente alle nostre responsabilità nelle scelte dell’oggi e nella costruzione di percorsi per ridare slancio al nostro impegno quotidiano e ai nostri sogni – ha affermato nella presentazione Piero Zanelli, presidente della cooperativa Il Calabrone.

E’ sulla scia del successo ottenuto negli anni scorsi che viene presentato un nuovo programma. Gli Incontri di Pensiero nascono nel 2011 dalla voglia di celebrare i 30 anni della Cooperativa Il Calabrone insieme alle persone, ai giovani, alle istituzioni e alle diverse realtà del territorio. Erano e sono stati pensato per parlare di attualità, di partecipazione e di cittadinanza nel segno di una solidarietà fra cultura e giustizia, fra fede e laicità, che sostenga la dignità delle persone e aiuti chi è in difficoltà a ricostruire la propria autonomia nella quotidianità. Il buon risultato delle precedenti edizioni ha fatto sì che gli incontri siano diventati ormai un appuntamento fisso, atteso ed apprezzato, per condividere nuove opportunità di riflessione.zamagni

Gli incontri si arricchiscono quest’anno di interventi con ospiti di spessore, Stefano Zamagni economista ed esperto di Terzo Settore,  Marco Vitale economista d’impresa, Massimo Muchetti presidente commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato e  Gianfranco Tosini economista.

Il programma:

Sabato 14 novembre, ore 16. Oltre la societa’ degli individui. Perché l’individualismo libertario distrugge il bene comune, Stefano Zamagni, economista, esperto di terzo settore, introduce Roberto Rossini

Sabato 21 novembre, ore 17. Economie dell’esclusione ed economie dell’inclusione con Marco Vitale, economista d’impresa, introduce Manuel Morandi

Sabato 28 novembre, ore 17. Produrre benessere. Lavoro, Capitale, Comunità: l’intreccio (im)possibile? Uno sguardo su Brescia. Con Massimo Mucchetti, presidente Commissione Industria del Senato e Gianfranco Tosini, economista, esperto di economia internazionale, introduce Massimo Tedeschicalabrone

Il Calabrone è una Cooperativa Sociale nata nel 1981, non ha scopo di lucro; il suo fine è il perseguimento dell’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini. Si ispira ai principi che sono alla base del movimento cooperativo mondiale ed in rapporto ad essi agisce, per poter curare nel miglior modo gli interessi dei soci e della collettività, deve cooperare attivamente, in tutti i modi possibili, con altri enti cooperativi, imprese sociali e organismi del Terzo Settore, su scala locale, nazionale e internazionale.

Attraverso attività di formazione e di affiancamento e sostegno ai giovani, mirano a promuovere una consapevolezza rispetto al modo di essere cittadini ed a sostenere i ragazzi nella scelta delle forme attraverso cui vivere attivamente all’interno della società.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *