Tempo di lettura: 2 minuti

Gardone Val Trompia, Brescia. A giugno 2015 la Città di Gardone Val Trompia, in collaborazione con numerosi partner e grazie al contributo di Fondazione Cariplo, ha avviato l’innovativo progetto “Officina Liberty – Ri#uso delle idee e degli spazi”. Un progetto ambizioso ed innovativo, che oltre alla riqualificazione degli spazi, è divenuto volano per avviare un “laboratorio urbano” concertato con soggetti pubblici e privati, singoli e associazioni, che possa generare risorse, opportunità ed economia in ambito culturale, scientifico, tecnologico.

A tale proposito si apre il convegno “Innovazione e ricerca: una sfida aperta per le imprese, comprese quelle sociali, ed il territorioin programma giovedì 21 giugno alle 10.30 presso i Capannoncini del Parco del Mella.

Ora che il restauro della Palazzina è quasi ultimato, una nuova sfida si pone: consegnare al territorio un centro propulsore di energia e di idee in cui attori – pubblici e privati – possano cooperare per proseguirne la trasformazione urbana, culturale e sociale così da aprirlo a  nuove ulteriori prospettive.

Per individuare un soggetto in grado di dare prosecuzione e sviluppo alle finalità del progetto “Officina Liberty – Ri#uso delle idee e degli spazi”, la Città di Gardone Val Trompia ha pubblicato in questi giorni una manifestazione di interesse, la documentazione è disponibile sul sito www.officinaliberty.it – Sezione “Opportunità”. Il lancio di tale bando si fa anche occasione per riflettere, ancora una volta, sui temi cari a Officina Liberty: innovazione, sviluppo economico, nuove forme di economia.

L’obbiettivo principale dell’ambizioso progetto ha visto la realizzazione presso il Parco del Mella di uno spazio di sviluppo culturale, scientifico, tecnologico dove, in sinergia con il Museo delle armi e della tradizione armiera ed il punto informativo di accoglienza turistico-culturale di Gardone Val Trompia situati in Villa Mutti Bernardelli, si organizzino laboratori, seminari ed eventi culturali e scientifici, tra cui un evento promozionale nella settimana della cultura scientifica e tecnologica.

I Capannoncini risultano “fucina” operativa di attività creative dedicate alle fasce più giovani della cittadinanza, mentre il recupero dello stabile Liberty permetterà di aumentare gli spazi dedicati all’incontro tra tecnologie, cultura e sviluppo per la creazione di vere Start-up innovative ma non disgiunte dalla storia e dalla tradizione del territorio. Il progetto diviene un centro propulsore di energie improntate sulla cultura, sull’inventiva, sulla tecnologia, creando un modello costruttivo di innovazione e arricchimento della sfera pubblica urbana, mettendo un cuore pulsante al centro della citta’ e  il ri#uso degli spazi e delle idee.